Nuova Skoda Fabia: i motivi del successo ai crash test

Con l’ottenimento delle cinque stelle EuroNcap negli ultimi crash test, è l’auto più sicura del proprio segmento. Vediamo allora quali sono i plus tra i contenuti di sicurezza che hanno permesso alla nuova Fabia di fregiarsi del titolo.

media-tech_003_f-3

È notizia di qualche giorno fa che la nuova Skoda Fabia, con l’ottenimento delle cinque stelle EuroNcap negli ultimi crash test, è l’auto più sicura del proprio segmento. La notizia è di tutto rispetto. Non perché si possa pensare a priori che una Skoda non sia affidabile, quanto perché è l’unica ad aver ottenuto le 5 stelle su 14 modelli di marche diverse ad essere testati. E i competitor sono di tutto rispetto.

La considerazione che ne deriva, quindi, è che il livello tecnologico delle nuove generazioni di vetture è diventato alto per tutti i brand, anche per quelli cosiddetti “generalisti” che non sono “premium” e non emanano un aura di fascino solo a nominarli. Vediamo allora quali sono i plus tra i contenuti di sicurezza che hanno permesso alla nuova Skoda Fabia di fregiarsi del titolo di “auto più sicura del segmento”.

Di serie la nuova Fabia si presenta con sei airbag – frontali, laterali e per la testa – e cinque cinture di sicurezza a 3 punti provvedono, in caso di collisione, alla protezione degli occupanti, garantita inoltre dalla rigidità della carrozzeria e dalla disposizione ottimizzata delle sue zone deformabili. Sempre di serie, troviamo anche il controllo elettronico della pressione dei pneumatici, una tecnologia che informa il conducente in caso di calo della pressione. E avere una dritta immediata su quando sia il caso di dare una gonfiatina alle gomme è un grande aiuto per la sicurezza alla guida.

“Siamo costantemente al lavoro per migliorare il livello di sicurezza attiva e passiva. Ciò si traduce in innovativi sistemi di assistenza alla guida”, Frank Welsch, membro del consiglio di amministrazione Skoda con responsabilità per lo sviluppo tecnico.

media-FaTech_003

FRONT ASSISTANT
Il Front Assistant con funzione di frenata d’emergenza integrata è un sensore radar nel frontale dell’auto che misura costantemente la distanza dai veicoli che precedono. Non appena questa diventa insufficiente, il sistema cerca di impedire la collisione intervenendo con quattro livelli di attivazione, la cui intensità aumenta man mano che la distanza diminuisce, fino ad arrivare alla frenata completa.

La frenata di emergenza è attiva tra 5 e 30 km/h, e a questa si abbina la frenata anti collisione multipla, per ridurre il rischio di un tamponamento a catena. Questa funzione si attiva automaticamente non appena viene riconosciuta una collisione, anche se il conducente non preme più il pedale del freno. All’attivazione della frenata anti collisione multipla si accendono automaticamente luci di stop e lampeggianti di emergenza, in modo da poter segnalare maggiormente il potenziale pericolo imminente al veicolo che segue.

ALTRI SISTEMI DI SICUREZZA
L’Adaptive Cruise Assistant è una funzione ampliata dell’Adaptive Cruise Control (funzione base di regolazione della velocità). Con il supporto del sistema radar integrato, l’Adaptive Cruise Assistant permette il controllo automatico della distanza di sicurezza in relazione al veicolo che precede.

In caso di un cambio di corsia non segnalato con gli indicatori di direzione dal guidatore – manovra che fa “pensare” che si tratti di un cambio involontario, magari dovuto a un colpo di sonno – il Lane Assistant interviene applicando una leggera correzione allo sterzo sfruttando il servosterzo elettrico della nuova Skoda Fabia. Se l’intervento non è sufficiente per mantenere la corsia (ad esempio in caso di curva troppo stretta), il sistema avvisa il conducente applicando una vibrazione al volante.

media-Fa_tech_002-2

L’Intelligent Light Assistant è invece un dispositivo che attiva e disattiva automaticamente i proiettori abbaglianti in base al traffico, mentre il sistema Crew Protect Assistant coordina il funzionamento dei sistemi di bordo con l’obiettivo di minimizzare le conseguenze di eventuali situazioni d’emergenza: predispone un abitacolo sicuro tensionando le cinture di sicurezza, chiudendo i finestrini laterali (se abbassati), fino a lasciare un’apertura residua di 55 mm per consentire l’accesso all’abitacolo, chiudendo il tetto panoramico (se presente).

Il sistema di riconoscimento e visualizzazione della segnaletica stradale utilizza una telecamera multifunzione che monitora un’area di 50 metri davanti alla vettura, riconoscendo e mostrando i segnali stradali identificati sul display di infotainment in dotazione al modello. Il Driver Activity Assistant (dispositivo di riconoscimento della stanchezza del conducente), infine, avverte quando sopraggiunge l’affaticamento del conducente, riconoscendo le variazioni del normale comportamento di guida come indice del calo di concentrazione.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.