La storia della Suzuki SV inizia nel 1999, quando con SV650 la Casa giapponese dà forma ad una naked sportiva facile, versatile e divertente da guidare. La formula si rivela un successo, arrivando a vendere 32.000 unità solo in Italia e passando per aggiornamenti e rivisitazioni tecniche che non hanno però alterato il concetto originario.

Con la nuova SV650 ABS, Suzuki continua sempre sulla stessa strada, proponendo una naked dal design puro che reinterpreta in chiave tecnologica i tratti della famiglia SV. Sulla scia dei precedenti modelli, la SV650 ABS prosegue nel distinguersi per l’adozione del propulsore bicilindrico a V di 90° di 645 cm³, una scelta controcorrente rispetto alla quasi totalità delle proposte della categoria.

La nuova SV650 ABS arriverà nelle concessionarie a fine di marzo. Il prezzo di listino è fissato a 6.490 euro per la versione nero mat e 6.590 euro per la versione con stripes.

L’impegno dei tecnici Suzuki per la nuova SV650 ABS si è rivolto all’aumento delle prestazioni e, parallelamente, alla ricerca della migliore efficienza. Traguardi perseguiti attraverso una progettazione che ha visto l’impiego di oltre 60 elementi nuovi per il solo propulsore e più di 140 in totale.

Tra le novità rientrano quindi l’adozione del sistema ISC (Idle Speed Control) che migliora l’avviamento a freddo riducendo le emissioni subito dopo l’accensione e il Low RPM Assist, per gestire le fasi di rotazione del motore ai regimi più bassi rendendo così più semplice la guida nel traffico urbano.

Come la precedente, la nuova naked sportiva Suzuki sfrutta il motore V-Twin per confermare fin dal primo sguardo il suo corpo slanciato, esaltato dal nuovo telaio e dalle sovrastrutture estremamente compatte. Il peso di soli 197 kg in ordine di marcia porta a un guadagno di 8 kg rispetto alla precedente versione.

2F3254EE0778C3C830009BD7D841617C