Al Salone di Francoforte 2015 il debutto di una nuova generazione della Tiguan che si presenta in quattro versioni. Crescono le dimensioni ma diminuisce di 50 kg il peso totale. Otto le motorizzazioni a disposizione.

media-Nuova Tiguan offroad_DB2015AU01368

Il Salone di Francoforte 2015 è il palcoscenico per il debutto di una nuova generazione della Volkswagen Tiguan. Una rivoluzione, più che un’evoluzione. Forte di 2,64 milioni di esemplari venduti della prima generazione, la Tiguan è stata interamente riprogettata e allo IAA 2015 si presenta già in quattro versioni: di serie debuttano la Tiguan R-Line e il classico modello onroad, cui si aggiungono la versione offroad e la Tiguan GTE, un prototipo con propulsione ibrida plug-in e potenza di sistema 218 cv che offre un’anticipazione sugli ulteriori sviluppi del modello.

Già da questo ventaglio di offerta si capisce come per Volkswagen la nuova generazione della Tiguan rappresenti l’inizio di un’offensiva che prevede il lancio di numerosi Suv inediti in diversi segmenti e concepiti appositamente per diversi mercati. Specialmente negli Stati Uniti e in Cina, dove si preferiscono versioni di Suv a passo più lungo, la nuova Tiguan si presenterà già in versione XL dalla primavera del 2017.

Il design della nuova Tiguan appare accattivante e rispetto alla generazione precedente il peso è stato ridotto di oltre 50 kg. Senza dimenticare l’aumento dell’abitabilità interna e della capacità del bagagliaio: fino a 615 litri se caricata fino ai sedili posteriori, con gli schienali dei sedili posteriori abbattuti fino a 1.655 litri (+145 litri).

Crescono invece le dimensioni: con 4.486 mm il nuovo modello è più lungo del precedente di 60 mm, il passo è stato allungato di 77 mm passando così a 2.681 mm, la larghezza è di 1.839 mm (+30 mm), l’altezza è stata invece ridotta di 33 mm e misura ora 1.632 mm (modello base con trazione anteriore).

In totale la nuova Volkswagen Tiguan sarà disponibile con una scelta fra otto propulsori, con potenze comprese tra 115 e 240 cv. Rispetto al modello precedente con motori Euro 5, i propulsori sono più potenti e al tempo stesso consumano fino al 24% in meno.

media-Nuova Tiguan R-Line_DB2015AU01354

Turbocompressore, iniezione diretta, sistema start/stop e sistema di recupero dell’energia sono dotazioni comuni a tutte le motorizzazioni. I quattro propulsori benzina TSI erogano 125, 150, 180 e 220 cv di potenza. I quattro motori turbodiesel TDI sviluppano invece 115, 150, 190 e 240 cv. In base ai motori, la nuova Volkswagen Tiguan può avere trazione anteriore, trazione anteriore o integrale 4Motion.

I numerosi sistemi di assistenza hanno permesso di aumentare comfort, dinamica e sicurezza della nuova Tiguan, mentre i servizi online aprono nuovi orizzonti a livello di Service (chiamata d’emergenza automatica, notiziari sul traffico online, informazioni sui parcheggi e report sullo stato della vettura), e l’elettronica di bordo grazie all’App-Connect integra gli smartphone Apple e Android nelle funzioni dei sistemi di infotainment.

Forte di tecnologie di serie quali nuovo cofano motore attivo, funzione di frenata di emergenza City con riconoscimento dei pedoni e assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist, la nuova Tiguan è molto attenta alla sicurezza.

In caso di impatto, un meccanismo comanda il sollevamento del cofano nel momento in cui si urta un pedone o un ciclista, aumentando la distanza tra motore e cofano (quest’ultimo relativamente più morbido rispetto al primo) con conseguente riduzione della gravità delle lesioni per il pedone.

La nuova Tiguan è dotata di serie anche della frenata anti collisione multipla e del sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City, ora dotata anche del riconoscimento dei pedoni. Se il radar del Front Assit della Tiguan rileva una persona sulla carreggiata, questa viene inizialmente segnalata dal sistema attraverso un apposito avvertimento. In una seconda fase, se necessario, la vettura viene frenata.

E non è tutto: la nuova Tiguan ha il Lane Assist di serie. Basato su telecamera, avvisa ed eventualmente controsterza automaticamente se il guidatore, al di fuori dei centri urbani, cambia corsia di marcia senza aver attivato gli indicatori di direzione.

NO COMMENTS

Leave a Reply