Nuovo Codice della Strada. Anche a 16 anni si può portare un passeggero sulla moto.

Solo sui mezzi omologati per questo tipo di trasporto. Eliminato il limite di massa massima consentita di 750 kg che era imposto per la conduzione dei veicoli trainanti un rimorchio. Cambiano le disposizioni sugli esami per la patente B.

MOTORINOCon le novità apportate dalla legge n.115 del 29 luglio 2015, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale lo scorso 3 agosto è entrato in vigore il nuovo Codice della Strada che recepisce le normative europee in materia e modifica gli articoli 115, 116, 118 bis e 170.

Tra le principali novità c’è quella che riguarda la possibilità per i conducenti tra i 16 e i 18 anni di trasportare un passeggero sul motociclo o sul ciclomotore. Finora il trasporto di un altra persona era consentito soltanto ai maggiorenni e solo nel caso in cui dal documento di circolazione risultasse l’omologazione per il trasporto di un passeggero, condizione che resta valida anche con la nuova normativa.

Per i titolari di patenti speciali è stato eliminato il limite di massa massima consentita di 750 kg che era imposto per la conduzione dei veicoli trainanti un rimorchio. Anche per essi il traino del rimorchio non leggero (oltre 750 kg) richiede il possesso della patente di categoria corrispondente. Eliminato poi il richiamo alla residenza per rilasciare la patente.

Cambiano le disposizioni sugli esami per la patente B, quella per le auto. L’esaminatore dovrà essere in possesso di un documento analogo da almeno tre anni. Per tutte le altre, l’esaminatore dovrà prima prendere parte a un percorso formativo. Infine, i gradi del campo visivo verso l’alto necessari per conseguire la patente passano da 25 a 30.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.