Con questa versione la piccola di Casa Russelsheim dichiara emissioni di C02 di soli 93 g/km e un consumo di GPL di 5,7 l/100 km, per un’autonomia massima di 1.050 km.

Come avevamo anticipato diversi mesi fa, durante il nostro long test drive della Opel Karl, la piccola di Casa Rüsselsheim si sarebbe dotata di una versione GPL, a infoltire una gamma altrimenti composta da una sola motorizzazione. Adesso è arrivata.

La Opel Karl GPL Tech è già disponibile – prezzo d’ingresso di 13.300 euro – con la motorizzazione 1.0 da 73 cv. Il motore funziona con GPL e benzina, e ciò permette di portare l’autonomia totale stimata a oltre 1.000 km.

Con questa versione, la Karl dichiara emissioni di C02 di soli 93 grammi per chilometro, che equivalgono a un consumo di GPL di 5,7 litri per 100 km.

Come tutti i modelli GPL di Opel, anche la piccola Karl 1.0 GPL Tech esce dalla fabbrica pronta per utilizzare entrambi i carburanti. La possibilità di utilizzare il GPL, infatti, è stata valutata già durante lo sviluppo del nuovo motore tre cilindri.

Chi guida può passare da GPL a benzina e viceversa sfruttando così le due tipologie di alimentazione, che con un corretto stile di guida possono portare a percorrere fino a 1.050 km.

Un risultato reso possibile da due centraline che garantiscono l’efficienza nel passaggio tra benzina e GPL, regolando l’iniezione e l’accensione individualmente per i due tipi di alimentazione. Il computer di bordo mostra il consumo attuale, l’autonomia residua, la velocità media e il consumo medio per ogni modo di propulsione.

Il serbatoio del GPL è integrato nell’alloggiamento della ruota di scorta, nella parte posteriore della vettura, e non modifica le dimensioni della Karl, lunga sempre 3,68 metri, con cinque posti e un vano bagagli massimo di 958 litri.

NO COMMENTS

Leave a Reply