Overland, l’avventura televisiva su quattro ruote iniziata nel “lontano” 1995, torna alle origini. Ispirandosi ai primi viaggi del programma che, all’epoca, generarono clamore per la loro impossibilità, l’obbiettivo della nuova serie in onda su Rai 1 è molto arduo: partendo dall’Italia, attraverserà via terra nazioni politicamente instabili come Afganistan, Iran, Turchia, Balcani, Bielorussia e Ucraina dell’Est, percorrendo rotte molto pericolose.

©Stefania Donati - overland.org_08
©Stefania Donati – overland.org.

 

Speciale Overland 18: Le strade dell’Islam”, titolo della puntata speciale, percorrerà via terra il Centro Asia e il Medio Oriente, raccontando attraverso le immagini il presente tragico di questi territori molto rischiosi. La troupe verrà trasportata da quattro veicoli Volkswagen e partirà dell’Italia attraversando Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Russia, Kazakistan, Uzbekistan, Afganistan, Iran, Turchia, Grecia, Macedonia, Serbia, Albania, Montenegro, Croazia e Slovenia, ritornando poi al punto di partenza.

Un viaggio di oltre 30.000 km, incontrando molte popolazioni, vivendo le loro usanze, tradizioni e riti religiosi. Il team affronterà tutti gli ostacoli e le situazioni geopolitiche, trovandosi a che fare con scorte armate, attentati, insurrezioni, guerriglie e chiusure di frontiere. Ma avrà anche l’occasione di visitare paesaggi incontaminati. Il racconto televisivo sarà fatto da Beppe e Filippo Tenti, attraverso 9 puntate da 52 minuti ciascuna, in onda in seconda serata su Rai1 ogni mercoledì, dal 5 luglio al 30 agosto.