Al Salone di Ginevra 2016 debutterà Peugeot Traveller, gemello di Citroen SpaceTourer e anch’esso destinato a entrare nel mondo dei multispazio per trasporto combinato.

“Peugeot continua la sua offensiva prodotto con Traveller. La nostra ambizione è conquistare i mercati dei veicoli multispazio per trasporto combinato e degli Shuttle per il trasporto dei VIP”, Maxime Picat, direttore generale Peugeot.

La sua nuova base, derivata dalla piattaforma modulare EMP2, abbina dimensioni esterne compatte alla massima abitabilità interna, grazie a una disponibilità fino a 9 posti e un volume del bagagliaio di 1.500 litri che può arrivare fino a 4.900 litri grazie ai sedili rimovibili. Il peso è ridotto da 100 a 400 kg rispetto ai veicoli del segmento di potenza equivalente.

Disponibile in 3 lunghezze da 4,60 m a 5,30 m (Compact, Standard, Long), l’altezza è di soli 1,90 m. Le versioni Standard e Long, da 4,95 m e 5,30 m, si collocano nel cuore del mercato, mentre la versione Compact da 4,60 m, unica nel segmento, permette anch’essa di accogliere fino a 9 persone. Nella versione Business VIP, poi, Peugeot Traveller propone per i passeggeri posteriori anche la configurazione a 4 o 5 posti, disposti “faccia a faccia”, con i sedili in pelle.

Gli sbalzi ottimizzati di 0,88 m sull’anteriore e di 0,80 m al posteriore e il raggio di sterzata a partire da 11,30 m contribuiscono alla maneggevolezza di Peugeot Traveller, mentre la sua altezza limitata a 1,90 m garantisce anche la sua accessibilità ai parcheggi coperti.

In base alle versioni, i passeggeri posteriori delle file 2 e 3 dispongono di poltrone singole scorrevoli in pelle con i braccioli oppure di un divano posteriore scorrevole frazionato 2/3 – 1/3, con gli schienali reclinabili individualmente. 
Il padiglione multifunzione di serie sul livello superiore integra un’illuminazione ambientale a LED, oltre alle luci di lettura singole, e la funzione climatizzazione a diffusione dolce che, come in aereo, è indipendente grazie alle bocchette di aerazione individuali. Quattro prese da 12V ripartite nell’abitacolo, una presa da 230 V e una presa USB permettono di ricaricare ogni tipo di dispositivo mobile.

Le motorizzazioni Euro 6 vanno da 95 a 180 cv, con la versione più efficiente che promette consumi di 5,1 l/100 km ed emissioni di 133 g/km di CO2. La gamma è composta da: 1.6 BlueHDi 95 cv cambio manuale a 5 marce, 1.6 BlueHDi 115 S&S cambio manuale a 6 marce, 2.0 BlueHDi 150 S&S cambio manuale a 6 marce, 2.0 BlueHDi 180 S&S cambio automatico EAT6.

M_b85e1f06-dd0b-4245-876c-0515264708df

PEUGEOT TRAVELLER i-LAB
Accanto alla versione di serie pronta al debutto sul mercato, Peugeot porta a Ginevra anche lo studio di uno Shuttle VIP per un viaggio iperconnesso, una piattaforma di accesso ad altissima mobilità al cloud dei passeggeri: connessione automatica all’hotspot WiFi, accesso al Cloud, ecc.

Le porte laterali scorrevoli con accesso mani libere si attivano con un semplice gesto del piede. Lo sbloccaggio e l’apertura delle porte, a quel punto, sono automatici. I passeggeri prendono posto in quattro sedili singoli, strutturati intorno a un touchscreen gigante da 32’’, che può essere posizionato a piacere sull’arcata che lo sostiene. Sono presenti alcuni terminali di ricarica a induzione per accogliere gli smart devices, che assieme 
al touchscreen gigante fanno parte dell’esperienza di viaggio connesso sviluppata in collaborazione con Samsung.

Il comfort di ascolto è ottimizzato da un isolamento acustico specifico e da un impianto Focal, composto da 17 altoparlanti, alimentati da tre amplificatori e comandato dal Digital Signal Processor. L’autista, infine, dispone di uno strumento di lavoro che gli permette di offrire prestazioni di qualità: navigazione connessa, Visio Park, rilevazione del grado di attenzione del guidatore, frenata automatica di emergenza, applicazione che permette un follow-up dell’utilizzo del veicolo.