Pioggia di stelle nei crash test EuroNCAP. A 7 modelli su 9 il massimo punteggio

Quattro stelle a Mazda CX-3 e Mitsubishi L200. En plein per i modelli di gamma più alta: Audi A7, Ford S-Max, Ford Galaxy 4, Renault Kadjar, Toyota Avensis, Volvo XC 90 e Volkswagen Touran.

dacia-duster-suv-scores-only-3-stars-in-euro-ncap-crash-tests-31770_1

Nell’ultima valutazione dei crash test EuroNCAP, visionabili sul sito www.euroncap.com, dei 9 modelli testati (8 in realtà, visto che Ford S-Max e Ford Galaxy 4 sono presentati in due schede ma si tratta in pratica di veicoli identici e che ottengono i medesimi risultati) ben 7 ottengono il massimo punteggio. Soltanto due ricevono quattro stelle.

Analizzando i risultati si capisce come ormai si verifichi una sostanziale parità tra tutti i modelli nelle dotazioni di sicurezza passiva (anche se il risultato della Volvo XC90  – qui il nostro test drive – nella protezione del guidatore, il 97% di punteggio, è di assoluto rilievo), mentre lo scatto definitivo verso le 5 stelle lo dà la dotazione di sicurezza attiva.

Le quattro stelle spettano a soli due modelli, Mazda CX-3 e Mitsubishi L200, che pure hanno nei vari sistemi di protezione passiva risultati lusinghieri. En plein di stelle, invece, per i modelli di gamma più alta: Audi A7, Ford S-Max, Ford Galaxy 4, Renault Kadjar, Toyota Avensis, Volvo XC90 e Volkswagen Touran.

Tra i risultati più notevoli il già citato 97% nella sicurezza dell’adulto della Volvo XC90, l’89% nella protezione del bambino della Touran, l’84% nella protezione del pedone della Mazda CX-3.

Nel campo della sicurezza attiva merita menzione particolare il 100% della Volvo XC90, che supera di quasi 20 punti il migliore risultato delle altre (Toyota Avensis 81%). Le due auto che non raggiungono le 5 stelle totalizzano in questo settore solo il 64%.