Milano – Tra il 2008 e il 2013, in Italia gli incidenti stradali sono diminuiti del 17,2%. Sempre nel periodo considerato, però, gli incidenti con investimento di pedoni sono aumentati del 4,3%. Nel 2008, infatti, questi incidenti erano l’8,5% del totale, mentre nel 2013 questa percentuale è passata al 10,7%, con un aumento di 2,2 punti percentualiI. I dati scaturiscono da un’elaborazione del Centro Studi Continental su base Istat.
Dai dati regionali risulta che ci sono solo tre regioni in Italia in cui gli incidenti che coinvolgono pedoni sono diminuiti nel 2013 rispetto al 2008: Lombardia (-5,5%), Friuli Venezia Giulia (-3%) e Umbria (-10,4%). In tutte le altre regioni è stato registrato un aumento degli incidenti con investimento di pedoni, aumento che va dal +1,3% della Liguria al +48,6% della Valle D’Aosta, passando per il +47,2% del Molise, il +23,7% dell’Abruzzo e il +23,5% di Puglia e Basilicata.
I dati emersi dall’elaborazione del Centro Studi Continental segnalano che, purtroppo, l’attenzione nei confronti dei pedoni negli ultimi anni non è stata adeguata all’obiettivo minimo di ottenere un andamento quantomeno simile a quello del complesso degli incidenti. Infatti, come si è detto, a fronte di un calo degli incidenti totali vi è stato addirittura un aumento, e non trascurabile, degli incidenti con investimento di pedoni.
Non si sono quindi dimostrate sufficientemente efficaci le campagne di comunicazione che negli ultimi anni hanno esortato gli automobilisti a porre maggiore attenzione al rispetto dei pedoni. Ciò non vuol però dire che queste campagne debbano cessare. Al contrario, devono se possibile essere intensificate per produrre un’inversione di tendenza. Non solo: forse non bastano le campagne di comunicazione, ma bisogna che si studino provvedimenti utili per diminuire il numero di incidenti con investimento di pedoni.

SHARE
Elettra Cortimiglia
Generazione ‘95, è amante della musica, in particolare dei Linkin Park. Conosce il mondo dei motori perché si ritrova in famiglia due giornalisti d’auto. Per la serie: non c’è 2 senza 3! Gestisce una bellissima pagina Facebook dedicata ai Linkin Park e al vocalist della band.