Porsche 911 Carrera 4 e 911 Targa 4, motori turbo e nuova trazione integrale

I modelli a trazione integrale non presentano soltanto i numerosi perfezionamenti estetici delle 911 Carrera di nuova generazione ma si distinguono anche per caratteristiche peculiari. Grazie alla sovralimentazione biturbo, il motore sei cilindri 3.0 litri raggiunge i 370 cv, nei modelli S 420 cv.

Autodesk VRED Professional 2016

Più di una persona su tre che acquista una 911 sceglie la trazione integrale. Per questo motivo, per le nuove 911 Carrera 4 e 911 Targa 4 Porsche migliora ulteriormente la trazione integrale, per aumentare dinamica e sicurezza di guida.

I modelli a trazione integrale non presentano soltanto i numerosi perfezionamenti estetici delle 911 Carrera di nuova generazione ma si distinguono anche per caratteristiche peculiari, come la fascia di raccordo luminosa fra le luci posteriori, con un design marcatamente tridimensionale, i fari con luci diurne a quattro punti, le maniglie delle porte senza guscio e il cofano posteriore di nuova configurazione con lamelle verticali e nuovi gruppi ottici posteriori comprendenti, tra gli altri, le caratteristiche luci stop a quattro punti.

Grazie al suo design, la nuova 911 Targa si distingue ancora di più dalle versioni Coupé e Cabriolet. Come la leggendaria prima Targa, al posto dei montanti centrali c’è il caratteristico e ampio rollbar, un elemento mobile del tetto che scorre sopra i sedili anteriori e un avvolgente lunotto posteriore privo del montante posteriore. Il segmento mobile del tetto si apre e si chiude premendo un tasto, mentre la capote aperta trova spazio dietro i sedili posteriori.

Ma come sempre il meglio di sé Porsche lo dà con i motori. Il risultato: grazie alla sovralimentazione biturbo, i motori a sei cilindri da 3.0 litri della 911 Carrera 4 e 911 Targa 4 raggiungono una potenza di 370 cv e una coppia di 450 Nm, nei modelli S la potenza sale a 420 cv e la coppia a 500 Nm.

In combinazione con la trazione integrale, ora a comando elettroidraulico, i modelli 911 Carrera 4 ottengono per la prima volta valori di accelerazione addirittura migliori delle rispettive versioni a trazione posteriore. Equipaggiata con il cambio PDK e il pacchetto Sport Chrono, infatti, la 911 Carrera 4 accelera da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi (-0,4 secondi rispetto al modello precedente), il modello S in 3,8 secondi (-0,3 secondi). Alle versioni Cabriolet e Targa con equipaggiamento simile bastano solo 0,2 secondi in più. Le velocità massime, invece, si assestano in base al modello e all’equipaggiamento fra 287 km/h e 305 km/h.

A tutto ciò bisogna aggiungere il telaio adattivo PASM (Porsche Active Suspension Management), con assetto ribassato di 10 millimetri, e su richiesta l’asse posteriore sterzante, fornito come optional per i modelli Carrera 4S e Targa 4S.

P15_0934

Con l’asse posteriore sterzante attivo è impiegata una tecnologia del telaio ripresa direttamente dalla 911 Turbo e dalla 911 GT3. In fase di sterzata, la 911 guadagna agilità e si distingue per la stabilità ancora più elevata nei cambi di corsia alle alte velocità. Ma convince anche nel traffico, grazie alla maggior maneggevolezza dovuta al diametro di sterzata ridotto di 0,4 metri.

Le nuove Porsche 911 Carrera 4 e 911 Targa 4, già ordinabili, saranno in consegna nel mercato italiano a partire da fine gennaio 2016 con i seguenti prezzi:

911 Carrera 4 107.926 euro
911 Carrera 4S 122.444 euro
911 Carrera 4 Cabriolet 121.346 euro
911 Carrera 4S Cabriolet 135.864 euro
911 Targa 4 121.346 euro
911 Targa 4S 135.864 euro