Grazie a un peso di 1.370 kg è attualmente la 911 più leggera. Con un motore aspirato a sei cilindri da 500 cv e un cambio manuale sportivo, Porsche conferma il proprio impegno nella costruzione di vetture ad elevate prestazioni e ad “alto budget”: costa quasi 200.000 euro.

Al Salone di Ginevra 2016 Porsche ha presentato la 911 R, un modello speciale in edizione limitata con motore aspirato e cambio manuale che amplia la gamma dei potenti motori aspirati assieme ai modelli 911 GT3 e 911 GT3 RS.

Dotata di un potente motore boxer da quattro litri che eroga 500 cv, la 911 R si colloca nel solco tradizione del modello originario: una sportiva omologata per l’uso stradale del 1967. La 911 R (dove la “R” sta per Racing) prodotta in serie limitata è stata impiegata nei rally, nella Targa Florio e nelle corse da “record del mondo”.

Grazie a un peso di 1.370 kg (-50 kg rispetto alla 911 GT3 RS), questo modello speciale limitato a 991 esemplari è attualmente la 911 più leggera. Nella parte posteriore della 911 R lavora il noto motore boxer a sei cilindri con cilindrata di quattro litri della 911 GT3 RS, che sviluppa 500 cv a 8.250 giri/min e 460 Nm ad un regime di 6.250/min, per uno 0-100 in 3,8 secondi e una velocità massima di 323 km/h.

La 911 R sarà disponibile in Italia a partire da maggio al prezzo di 195.339 euro.

Nel suo processo di sviluppo, i sistemi di regolazione del Porsche Stability Management (PSM) sono stati adeguati in modo specifico. Una funzione “doppietta” attivabile tramite tasto e il volano a massa singola opzionale rientrano tra le chicche della 911 R.

LEGGI ANCHE: 718 Boxster, la nuova rodaster con motore centrale a 4 cilindri Porsche.

Esternamente, a prima vista la carrozzeria richiama quella della Carrera. Solo la parte anteriore e posteriore della GT3 e i doppi terminali di scarico centrali richiamano il reparto motorsport di Flacht. Tecnicamente, quindi, il punto forte della 911 R si nasconde sotto il cofano: la tecnica viene dalla 911 GT3 RS. Le componenti in struttura leggera della carrozzeria e il telaio derivano completamente dalla 911 GT3.

Nell’ottica dell’impiego su strada, la Porsche 911 R è priva di alettone posteriore fisso, ma dotata del tipico spoiler posteriore estraibile dei modelli Carrera e di un diffusore posteriore nel sottoscocca, specifico dei modelli R, per garantire la necessaria deportanza.

All’interno si viene avvolti da sedili a guscio in carbonio con fascia centrale in tessuto Pepita a quadretti di due colori, in omaggio alla prima 911 degli Anni ‘60. Il volante sportivo GT è quello specifico dei modelli R con diametro di 360 mm.

NO COMMENTS

Leave a Reply