Porsche Italia ha premiato a Milano, durante la cerimonia della Carrera Cup Night, i campioni della Carrera Cup Italia 2017. Il 22enne varesino Alessio Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) è il vincitore della classifica assoluta, laureandosi per la prima volta campione del monomarca davanti a Riccardo Pera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) e a Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina).

La Michelin Cup è stata vinta, per la prima volta, da Ivan Jacoma. Lo svizzero di Ghinzani Arco Motorsport ha preceduto in classifica Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) e Lino Curti (Tsunami RT – Centro Porsche Padova). Nella classifica Team riconoscimento per lo Tsunami RT ritirato dal team manager Valerio Speziali.

Nel gala tenutosi sabato scorso al Teatro Vetra, il direttore generale di Porsche Italia, Pietro Innocenti, ha ricordato i grandi successi del 2017 – fra i quali la conferma del titolo nel WEC e la vittoria alla 24 Ore di Le Mans – e ha introdotto il 2018, anno che sarà la rampa di lancio della Mission E, l’auto destinata a segnare il futuro di Porsche che anticipa la partecipazione alla Formula E nel 2019.

“Il 2017 è stata una delle stagioni più avvincenti della Carrera Cup Italia – ha sottolineato Innocenti durante la Carrera Cup Night grazie a un format di gara unico e al numero record di concorrenti. La nostra più bella vittoria è aver vissuto un campionato combattuto fino all’ultimo, con un vivace mix di protagonisti fra piloti Pro, del programma Scholarship e gentlemen drivers. Quest’anno abbiamo poi voluto organizzare una delle tappe del campionato in concomitanza con il Porsche Festival: una scelta vincente. Mi auguro che il 2018 possa essere ancora più intenso, anche perché la dodicesima stagione della Carrera Cup vedrà in pista l’ultima evoluzione della 911 GT3 Cup”.

Oltre all’introduzione della vettura di ultima generazione e alla conferma di una tappa Carrera Cup nel contesto del Porsche Festival 2018, Valentina Albanese, responsabile Motorsport di Porsche Italia, ha anticipato alcune novità in vista della prossima stagione: “L’Abs equipaggerà anche le nuove auto, è stata una scelta innovativa che ora stanno adottando altre filiali nazionali. Nel 2018 sarà possibile gareggiare anche con le vetture utilizzate finora, sulle quali si potranno alternare due piloti. Il format dei fine settimana sarà ulteriormente ottimizzato negli orari e nella Porsche Qualifying 1, dove i piloti avranno a disposizione ulteriori 5 minuti di tempo per girare in pista. Naturalmente, proseguirà lo Scholarship Programme dedicato agli under 26. Il format italiano è considerato tra i più vincenti, un programma che rappresenta anche uno splendido lavoro di squadra”.