Stoccarda. Da gennaio a novembre di quest’anno, Porsche ha consegnato in tutto il mondo oltre 169.000 vetture, superando così le consegne complessive del 2013 (esattamente 162.145 unità). Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il costruttore di vetture sportive ha raggiunto una crescita del 15% (da gennaio a novembre 2013: 147.290 vetture). A novembre 2014, Porsche ha consegnato 17.700 vetture, pari ad un quarto in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
<<Il grande risultato di novembre dimostra che la nostra strategia funziona perfettamenteha affermato Bernhard Maier, membro del Consiglio di amministrazione e responsabile vendite e marketing di Porsche AGCon ciò sottolineiamo il nostro impegno nel voler sfruttare tutte le opportunità offerte dai mercati mondiali>>.
Con 54.500 vetture consegnate in Europa da gennaio a novembre 2014, di cui 22.200 nel mercato nazionale tedesco, Porsche ha realizzato una crescita del 18% rispetto all’anno prima. Anche nel mercato americano, in cui sono state consegnate complessivamente 51.600 vetture, molti più clienti hanno scelto una Porsche facendo registrare una crescita del 13%.
Inoltre, a metà novembre, è stata venduta l’ultima delle 918 vetture supersportive a trazione ibrida prodotte in edizione limitata: la 918 Spyder. La maggior parte, ben 297 unità, ha lasciato lo stabilimento di Zuffenhausen per gli Usa. In Germania e Cina, rispettivamente 100 clienti circa possono godersi la loro vettura supersportiva.