Al Salone di Ginevra, Land Rover ha presentato una versione molto particolare di Discovery, chiamata “Project Hero”, realizzata dalla sezione Special Vehile Operation (Svo) per la Croce Rossa austriaca. Project Hero, infatti, è un veicolo di comunicazione avanzata che sarà messo alla prova dalle squadre d’intervento d’emergenza.

La particolarità di questo prototipo è la presenza di un drone sul tetto, con tanto di sistema di atterraggio integrato, autocentrante e a ritenzione magnetica che consente al drone di atterrare sul veicolo anche quando si trova in movimento. In questo modo, grazie alle riprese in diretta durante il volo, le squadre d’intervento per le quali questo veicolo è stato pensato possono intervenire più rapidamente ed efficientemente durante frane, terremoti, inondazioni e valanghe.

lrnewdiscoveryprojecthero0702177

Project Hero farà base a Erzberg e a Vienna, dove da giugno, per 12 mesi, parteciperà a delle simulazioni per lo sviluppo di nuove tecnologie d’intervento in caso di calamità e a test specifici che comprendono scenari complessi, per esempio operazioni notturne o nel bel mezzo di una foresta. Sarà anche usato per le operazioni d’emergenza come inondazioni, nevicate eccezionali o incidenti.

Basato sulla nuova Discovery, Project Hero è dotato di motore TD6 da 3.0 litri e offre anche un vano di carico dotato di un pianale scorrevole Heavy-duty che può essere usato come superficie di lavoro aggiuntiva o come protezione del carico sottostante, un pannello separatore dietro la seconda fila di sedili con punti di attacco per le attrezzature, un illuminazione a Led per la visione notturna, prese di corrente compatibili con le spine delle varie regioni e un impianto radio multi frequenze.