Monaco di Baviera,  Nella storia della Mercedes la Classe E vanta un curriculum di oltre 60 anni, sempre vissuti nel segno dell’avanguardia e delle novità tecnologiche. Quella che arriva oggi sul mercato, sia in versione berlina sia station wagon, è una Classe E che vuole incidere soprattutto sul piano della sicurezza, ma allo stesso tempo una new generation di dinamicità, potenza e ricchezza di dotazioni. Sotto l’aspetto formale si tratta di un facelift che ha interessato ben duemila parti, soprattutto sotto la pelle. Sotto l’aspetto sostanziale la new generation vanta motori benzina e diesel riveduti e corretti per aumentarne potenza e coppia, e diminuirne consumi ed emissioni. Basta considerare che la scelta può essere fatta su 29 versioni e dotazione motoristica 4 cilindri, V6 e V8 con potenze comprese tra i 136 cv e i 514 cv. L’annotazione, che riguarda in particolare il mercato italiano, è che la nuova generazione punta sulla ricchezza dei contenuti con prezzi praticamente invariati rispetto ai precedenti anche in presenza di equipaggiamenti di serie aggiuntivi rispetto ad analoghi modelli in vendita su altri mercati. Ma è sotto l’aspetto della sicurezza che la nuova Classe E si caratterizza diventando di fatto la prima della… classe. Insomma I E, lezione di sicurezza. Un lungo elenco. Ricordiamo i principali sistemi: Pre-safe inaugurato nel 2002 sulla S, che in situazioni critiche attiva preventivamente tutte le misure necessarie alla protezione dei passeggeri anteriori; direct control; poggiatesta attivi neck-pro attivati da specifici sensori in caso di collisione per proteggere la testa di pilota e passeggero anteriore; luci di stop adattive che segnalano situazioni potenzialmente pericolose; intelligent light system, autentica novità mondiale, con proiettori variabili che si adattano alle condizioni di guida con cinque diverse funzioni a seconda che si tratti di strade urbane e autostrade. Sulle strade e le autostrade attorno a Monaco di Baviera ho provato la E 320 CDi 6v 224 cv cambio automatico a 7 rapporti. La pagella di Automotonews. design 9 ergonomia 9 posto guida 9 plancia e comandi 9 strumentazione 9 climatizzazione 10 visibilità 9 finitura 10 equipaggiamento 9 abitabilità 10 comfort 10 bagagliaio 9 motore 9 accelerazione 9 ripresa 9 cambio 9 sterzo 9 (ore 9:00) freni 9 tenuta di strada 9 stabilità 9 sicurezza attiva e passiva 10 consumo 9

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.