Senago,  Stesso nome, auto completamente diversa. Kia (Gruppo Hyundai e in Italia Gruppo Koelliker insieme con Mitsubishi, Hyundai e SsanGyong) rinnova la sua offerta nell’area delle monovolume compatte riproponendo la Carens che, arrivata sul mercato nel 2001, ha totalizzato fin oggi 400 mila esemplari venduti. Design a parte, che ora si presente più gradevole e armonioso, la nuova Carens è cresciuta in tutte le misure rispetto al modello attuale facendo aumentare così abitabilità, comfort e capienza del bagagliaio. In questo contesto da “maggiorata” la Carens si caratterizza per i 7 posti disposti su tre file (un optional da 600,00 euro), anche se per il mercato italiano la preferenza viene accordata soprattutto alla configurazione tradizionale a 5 posti più richiesta. Quale che sia la disponibilità dei posti a bordo la Carens accentua le sue possibilità di trasformazioni con i sedili della seconda e della terza fila che si possono abbattere e ripiegare totalmente e facilmente consentendo un piano di carico da veicolo commerciale. I motori sono due e ad essi possono essere abbinati o il cambio manuale a 5 o 6 marce o l’automatico sequenziale (optionale da 1.200,00 Euro) per configurare una gamma di 5 possibilità che nascono dall’abbinamento con i tradizionali allestimenti Family, Harmony e Class. Il motore di maggiore valenza commerciale è il turbodiesel 2 litri CRDi 140 cv, con turbina a geometria variabile e filtro antiparticolato. Il benzina anch’esso di 2 litri con 144 cv è un bialbero in testa con distribuzione a fasatura variabile. Entrambi sono motori con ottime coppie che garantiscono elasticità di marcia e piacevolezza di funzionamento. In ossequio alla logica ed alla filosofia commerciale del Gruppo Koelliker, Kia Carens ha un listino con “prezzi chiari” che già nell’allestimento di accesso alla gamma presenta un ottimo corredo di dotazioni ed un prezzo competitivo, ineguagliato in quest’area di mercato nella quale “operano” anche Renault Scènic e Grand Scènic, Ford C-Max, Honda FR-V, Dodge Galiber, Volkswagen Touran, Citroen C4 Picasso, Opel Zafira (che è la leader del mercato), Seat Altea EX e Mazda5. La Carens 2.0 CVVT LX Family, infatti, costa 18.900,00 euro ed ha di serie 3 anni di garanzia o chilometri illimitati, livello di emissioni Euro IV, Abs con Ebd, airbag lato guida, passeggero, laterali anteriori e a tendina anteriori e posteriori, poggiatesta anteriori a posteriori regolabili in altezza, poggiatesta anteriori attivi, immobilizer system, climatizzatore manuale con filtro dell’aria, sedile guida regolabile in altezza, servosterzo, volante regolabile in altezza, specchi esterni elettrici, predisposizione autoradio con 6 altoparlanti, barre portapacchi tipo America, fari fendinebbia. L’allestimento più caro il 2.0 CRDi VGT EX Class che ha tutto di serie (compreso Esp e Tcs) costa 24.300,00 euro. Sulle strade della Brianza abbiamo provato la nuova Carens in quest’ultimo allestimento con cambio automatico sequanziale. (ore 13:00) La pagella di Automotonews. design 8 ergonomia 8 posto guida 8 plancia e comandi 8 strumentazione 8 climatizzazione 8 visibilità 8 finitura 8 equipaggiamento 10 abitabilità 9 comfort 8 bagagliaio 8 motore 8 accelerazione 8 ripresa 8 cambio 8 sterzo 8 freni 9 tenuta di strada 8 stabilità 8 sicurezzz attiva e passiva 10 consumo 8

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.