Catania – Il 2008 per Nissan è l’anno dei festeggiamenti, perché sono 20 anni di presenza in Italia della Casa giapponese. E 20 anni non son pochi, soprattutto per chi ha cercato sempre di imporsi al meglio e dimostrazione ne sono due primati su tutti: nel 1988 Nissan è stata la prima ad offrire la garanzia di 3 anni o 100.000 km per le proprie auto, mentre nel ’93 è stata la prima giapponese ad aggiudicarsi il premio Auto dell’anno con Micra, una vettura che per Nissan ha significato molto.
Adesso è tempo di guardare avanti, ci sono nuovi modelli e altri ne verranno. A brevissimo Pathfinder premium, poi toccherà alla Gtr e al nuovo Murano. Nonostante il 56% del totale di Nissan in Italia sia costituito proprio da Micra, la Casa giapponese si caratterizza per l’ampia offerta 4×4, una delle più complete, in un mercato in cui i settori classici sembrano sempre più strizzare l’occhio alle Suv/crossover, concetti già poco chiari per il consumatore che diventano ulteriormente inestricabili. La scarsa chiarezza deriva anche dalla sottosegmentazione cui è passibile il segmento delle Suv, scomponibile in: compatte, medie e premium. Le Suv medie fanno registrare una contrazione, a vantaggio delle altre due categorie. A questa constatazione va aggiunta l’indagine di mercato condotta da Nissan su Pathfinder, dalla quale emergono due dati significativi: costa troppo e gli interni sono poco curati.
Doveroso quindi correre ai ripari. <<Per i clienti dei Suv compatti – spiega Bruno Mattucci, direttore marketing Nissan Italia – introduciamo il Pathfinder Sport (in sostituzione della versione Se), commercializzato al prezzo di 38.390 euro, mentre per i clienti dei Suv premium e delle berline di segmento D ed E lanciamo, in esclusiva per il mercato italiano, il nuovo Pathfinder Platinum, al prezzo esclusivo di 48.390 euro>>. Tra le principali caratteristiche spiccano: il cambio automatico, gli interni completamente in pelle Pieno Fiore, sedile con un nuovo disegno avvolgente, finiture cromate, interne ed esterne, navigatore satellitare, rear view camera, lettore mp3, bluetooth e l’indispensabile filtro antiparticolato. Il riposizionamento del prodotto non modifica i contenuti di fondo della gamma Pathfinder: restano di serie su tutta la gamma, il sistema All mode 4×4 con rapporti ridotti, l’Esp+, 6 airbag, l’Active brake Lsd, l’Ebd, i poggiatesta attivi, gli attacchi Isofix, e il sistema antiarretramento in salita. Tra gli opzionali più esclusivi è disponibile l’impianto Bose con 10 altoparlanti e subwoofer.
La politica dei prezzi è comunque volta ad un abbassamento medio di circa 2.000 euro rispetto ai prezzi precedenti. La versione base di Pathfinder costa ora 36.490 e si arriva al top della

Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.

NO COMMENTS

Leave a Reply