Verona, 15 Marzo 2008 – L’Agila presentata nel 2000 era nata dall’intesa Opel-Suzuki sulla base della Wagon R+. Ne sono stati venduti 440 mila esemplari, il 40% dei quali in Italia. L’Agila di oggi nasce dalla stessa intesa con la marca giapponese che nel suo stabilimento ungherese sul pianale della Swift realizza la Splash e la nuova Agila. Le differenze tra le due piccole monovolume sono in pratica in alcuni rivestimenti, identici sono i motori a benzina (2, entrambi Suzuki) differenti quelli turbodiesel (l’unità motrice Opel nasce in Polonia dove ancora la Casa tedesca condivide l’ultima eredità della joint venture con Fiat).  Opel Agila e Suzuki Splash come le gemelle di Kòlin (Citroen C1, Puegeot 107 e Toyota Aygo) interpretano le logiche delle economie di scala. La concorrenza non è in fabbrica ma sul mercato.
Fatta questa necessaria premessa, l’Agila di oggi di quella di ieri ha solo il nome il resto è tutto completamente diverso. A cominciare dalle misure: 20 cm più lunga, 6 più larga e 7 più bassa. Proporzioni equilibrate, linee fluide, design gradevole, interni giovanili, luminosi, spaziosi e comodi per 5 persone. Insieme a Splash ed a Chevrolet Matiz (Gruppo GM come Opel) è l’unica piccola monovolume che dà i 5 posti di serie. Come di serie su tutta la gamma sono ABS, ESP Plus con TCSS, airbag anteriori frontali e laterali, attacchi Isofix, servosterzo elettrico. Buone le capacità di carico anche perché in caso di necessità i sedili posteriori possono essere abbattuti con un meccanismo ben studiato e realizzato con cura.
Cinque porte per un agevole e comodo accesso davanti e dietro, arriva con una gamma snella e semplice ma non per questo potenzialmente inferiore ad altre, che nasce dalla combinazione dei due allestimenti, Agila e Enjoy, dei tre motori (benzina 1.0 3 cilindri 12v 65 cv, 1.2 4 cilindri 16v 86 cv, turbodiesel 1.3 4 cilindri 75 cv common rail), dei cambi (manuale a 5 marce, automatico tradizionale a 4 velocità, cioè con convertitore di coppia).
I prezzi sono compresi tra i 10.200,00 euro del modello base e i 14.601,00 della 1.3 CDTI Enjoy. (ore 09:00)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.