Roissy en France – Un milione di unità vendute dal 1997 ad oggi, progenitore della specie “multispazio” e leader incontrastato in Europa dal 2003. Citroen non poteva non riservare cure particolare al suo best seller e dopo quasi 11 anni mettere mani ad una nuova generazione che ne risaldasse le peculiarità che lo hanno consacrato.
Arriva nella prima settimana di Giugno anche sul mercato italiano con una gamma di 15 allestimenti con motori tutti di 1,6 litri ed Euro 4, 2 benzina 16v da 90 e 110 cv, 3 Diesel Hdi 75, 92 e 110 cv FAP, cambio manuale a 5 marce. I prezzi sono compresi nella forbice tra  14.990,00 euro del Berlingo 1.6 16v 90 cv e i 21.490,00 del 1.6 Hdi 110 cv FAP “MY” Multispace che essendo il modello più “pulito” della gamma esibirà il bag “Airdream”.
Il nuovo design conferisce la Berlingo  forza e muscolatura che trasmettono robustezza e sicurezza ma è all’interno che il multispazio della Citroen fa un salto in alto notevole per quanto riguarda l’abitabilità (è 24 cm più lungo dell’attuale, 8 più largo ed ha 3,5 cm di passo in più), il comfort per le 5 persone che può ospitare a bordo comodamente(nel posteriore si accede dalle porte laterali scorrevoli, grazie ad un più curato livello di insonorizzazione e all’adozione dell’avantreno e del retrotreno della C4 Picasso, e la modularità con la rivisitazione del già apprezzato Modutop con sedili indipendenti e smontabili, un vano d’alloggiamento nel sottotetto e lo sportello posteriore con lunotto apribile.
Auto sui generis per la famiglia numerosa e amante del tempo libero il nuovo Berlingo può, inoltre, offrire diverse soluzioni come la console, prevista nel “pack bambini”, che si blocca su una base tra i sedili anteriori e propone un vano di contenimento supplementare e portatile di 13 litri e 2 portabicchieri (sono capaci di 170 litri complessivamente i vani supplementari a seconda il livello di finitura). Di rilievo le dotazioni di ciascun allestimento.



SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.