Opel Meriva 1.6 Twinport

Opel Meriva 1.6 Twinport

Roma, 8 marzo  è anno di rinnovamento per Opel Meriva. La prima della classe nella categoria monovolume compatte si rifà il look. Le dimensioni restano ovviamente le stesse (4.052 mm di lunghezza per 1.948 mm di larghezza), si rinnova la linea. Una nuova mascherina domina il frontale, dove il paraurti presenta una grande presa d’aria centrale, prese d’aria laterali e fari fendinebbia integrati. Nel posteriore della vettura risaltano invece i gruppi degli strumenti. Non muta però, il concetto di “Flex space” con il quale Opel ha dato nuovi standard in fatto di flessibilità interna al segmento delle piccole monovolume. Il sistema permette infatti di trasformare rapidamente e con facilità la vettura da 5 a 4,3,2 oppure un solo sedile, senza necessità di doverli “asportare”. Una versatilità completa poi da pratici scomparti porta-oggetti. La vera novità comunque, sono i tre nuovi motori che da quest’anno allestiscono la gamma Meriva: un 1.3 Cdti da 75 cv con filtro antiparticolato di serie, un 1.6 Twinport benzina da 105 cv e un 1.6 turbo benzina da 180 cv, quest’ultimo disponibile solo sulla Opc, ovverosia la versione sportiva. E’ una sorpresa, in effetti, trovare una versione sportiva della Meriva. Molto accattivante, dall’assetto più basso (10 mm davanti e 15 mm dietro) con volante sportivo e pomello del cambio (a sei marce) rivestiti in pelle, le pinze dei freni di colore blu e il terminale di scarico di forma trapezoidale, è in grado di raggiungere i 222 km/h ed è dotata della funzione “overboost”. Questa funzione, grazie alla gestrione elettronica del turbocompressore, permette di aumentare, per un massimo di 5 secondi, la coppia motrice di circa il 15% fino a 266 Nm, sulla base della rapidità con cui si preme il pedale dell’acceleratore. Su tutte le versioni sono disponiblili, a richiesta, delle soluzioni teconologiche avanzate, inconsuete per questo tipo di segmento, come i fari alogeni con illuminazione dinamica della curva, la predisposizione per il cellulare con interfaccia bluetooth e controllo vocale e il dispositivo elettrico “quick heat”, che riscalda l’abitacolo della vettura fin quando il motore non raggiunge la temperatura necessaria per riscaldare da sé l’interno. E’ chiaro come questa nuova gamma sia stata concepita per conquistare un target più ampio e continuare il successo di Meriva. Dal maggio 2003, mese del lancio, ad ogni ne sono state vendute 500.000 in Europa (180.000 solo nel 2005) e 97.000 in Italia (35.000 lo scorso anno), il che ha permesso di raggiungere l’8,7% nel segmento delle monovolume compatte nel nostro Paese (un segmento che dal ’99 ad oggi è passato dal 3,8% al 15,7% del mercato totale). Opel, quindi, numero 1 in Italia per le compatte, punta molto su questa vettura e, visti i precedenti, non sarà delusa. La nuova gamma è già disponibile ad un costo di 16.200,00 euro per il 1.3 Cdti, 16.500,00 euro per il 1.6 Twinport e 23.250,00 euro per il 1.6 turbo. Tre gli equipaggiamenti: Club, Enjoy e Cosmo (più la versione sportiva Opc). Abbiamo provato la Opel Meriva 1.6 Twinport lungo le strade di Anagni. La pagella di Automotonews: design 7 ergonomia 8 posto guida 8 plancia e comandi 8 strumentazione 7 climatizzazione 8 visibilità 8 finitura 7 equipaggiamento 8 abitabilità 8 comfort 8 bagagliaio 8 motore 8 accelerazione 8 ripresa 8 cambio 7 sterzo 8 freni 7 tenuta di strada 7 stabilità 7 sicurezza attiva e passiva 8 consumo 9

NO COMMENTS

Leave a Reply