Ginevra – Qashqai, la “regina” delle crossover allarga i confini del suo regno e per attuare questo programma di espansione si affida ad un’armata parallela definita +2 per il fatto che aumentate le misure ed aggiunta una terza fila porta i posti a 7 e parte alla conquista delle famiglie più numerose che fin oggi non potevano accontentarsi della 5 posti.
La Qashqai+2 si distingue per alcuni ritocchi estetici che hanno interessato la finestratura laterale col terzo finestrino più ampio, il profilo del tetto ridisegnato e allungato, il portellone con lunotto di maggiori dimensioni, lo scudo paraurti ridisegnato, l’ampio tetto panoramico. Ritocchi estetici che non hanno alterato il fascino dell’originale Qashqai ma resisi necessari dal momento che la Qashqai+2 ha misure da maggiorata rispetto alla sorella a 5 posti evidenziate dal passo allungato di 135 millimetri, per un totale di m 2,765, la lunghezza di 211 millimetri, m 4,526, l’altezza di 38 millimetri, m 1,463.
Misure che hanno consentito di aumentare lo spazio interno per ospitare le 2 poltroncine della terza fila concepita all’insegna della praticità. Infatti, l’angolo di inclinazione dello schienale dispone di sette diverse impostazioni e può essere completamente abbattuto mentre le due poltroncine aggiuntive possono essere nascoste nel pavimento del vano di carico quando non servono per aumentare il volume del bagagliaio. Anche il sedile del passeggero anteriore è ripiegabile fino a formare un prolungamento col piano di carico.
Nessuna novità per quanto riguarda la meccanica, i motori e gli allestimenti (Visia, Acenta e Tekna  con prezzi che partono da 24.800 per arrivare a 25.450) che ricalcano quelli della gamma attuale compresa la possibilità di potere scegliere  tra la trazione solo anteriore e quella integrale. La batteria motoristica nei prossimi mesi si arricchirà di un motore diesel 1.5 dCi 106 cv che si aggiungerà al 2.0 150 cv e di un benzina 1.6 115 cv in aggiunta al 2.0 140 cv.
Su strade e autostrade svizzere e francesi abbiamo provato la Qashqai+2 col motore turbodiesel 2 litri e la trazione integrale in allestimento Acenta. Ecco la pagella di Automotonews.


Design 7
Ergonomia      7
Posto guida 7
Plancia e comandi 7
Strumentazione 7
Climatizzazione 7
Visibilità 7
Finiture 7
Equipaggiamento 8
Abilità 8
Comfort 8      
Bagagliaio 7   
Motore 7
Accelerazione 7
Ripresa 7       
Cambio 7       
Sterzo 8
Freni 8
Tenuta di strada 8
Stabilità 8
Sicurezza       8
Consumo 8



Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.

NO COMMENTS

Leave a Reply