Milano – Il marchio Bmw va a gonfie vele con record puntuali di vendite, di fatturato e di utili. Non deve, quindi, sorprendere se la 535d turbodiesel, ultima novità tedesca, a scatola chiusa in fatto di ordini in portafoglio, abbia incontrato i favori della clientela al buio. Diesel sempre più diesel, anche su modelli di prestigio. Nell’ultimo “porte aperte” in casa Bmw Italia sono arrivati poco più di mille ordini della 535d contro una previsione iniziale molto prudente di 400 unità. Quindi, entro l’anno, ne saranno consegnati 800 esemplari a conferma della validità del prodotto. Tre gli allestimenti proposti in listino: Eletta, Attiva, Eccelsa e prezzi rispettivamente di 51.900,00; 56.100,00; 61.700,00 euro, con la Touring (cioè la Station wagon) che costa 2.500,00 euro in più. Nella dotazione di serie, il controllo della stabilità Dsc e della trazione Dtc, i cerchi in lega, le gomme runflat 225/50 R17 con una autonomia di 150 km a 80 orari quando sgonfi, con relativa spia della pressione pneumatici. Sono poi disponibili Active steering
che corregge gli angoli di sterzata in curva, il sistema antirollio Dynamic drive, l’Active cruise control, l’Head up display, il potente sistema frenante basato su dischi freni da 17 pollici (con il Cbc per il controllo in curva ed il Dbc, il controllo dinamico dei freni).
Una Serie 5 (lunga 4,841 come berlina, 4,843 come Touring, larga 1,846 ed alta 1,468) che viaggia a vele spiegate (nei nove mesi 2004 ne sono state vendute in Italia 11.911 con un incremento del 103,8%). Una quota diesel, poi, nella gamma tedesca nel nostro Paese passata dall’8,1% del 2003 all’86,1% dei 9 mesi 2004. Una 535d con il più potente propulsore 6 cilindri mai sviluppato al mondo: 2.993 cc, 272 cv a 4.400 giri, 250 orari autolimitati, accelerazione da 0 a 100 orari in 6,5 secondi, consumo misto di 8,2 litri di gasolio x 100 km.
Una moderna tecnologia turbodiesel (battezzata Variable twin turbo, di derivazione navale) con un compressore bistadio in grado di comprimere l’aria di aspirazione in due fasi e, questa, passando per un intercooler, arriva direttamente nelle camere di scoppio, quanto basta per risolvere il “ritardo della turbina”. In parole più semplici si prepara un cocktail che combina la richiesta di coppia elevata a regimi molto bassi e la potenza massima a giri alti. E la sovralimentazione a due stadi fornisce entrambe a tutto vantaggio di una ammirevole motricità. Una 535d all’avanguardia in tecnologia ed in comfort durante i veloci trasferimenti.
Un motore paragonabile ad un V8, più che un complimento. Un centinaio di km su strade ed autostrade della Lombardia hanno fatto apprezzare la bontà del motore, le notevoli prestazioni ed il comfort da business class. Una 535d pregevole, con accelerazioni e riprese notevoli dove tutto è a portata di mano e dove il profumo di pelle si avverte notevolmente ed è piacevole. (ore 18:00)

La pagella di Automotonews:
posto guida 9
plancia e comandi 9
strumentazione 9
climatizzazione 9
visibilità 8
finitura 9
equipaggiamento 8
abitabilità 9
bagagliaio 8
comfort 9
motore 9,5
accelerazione 9,5
ripresa 9,5
cambio 9,5
sterzo 9,5
freni 9,5
tenuta di strada 9
stabilità 9
consumi 7,5

SHARE
Cenzo Baj
Nasce sulla carta stampata e si deve adattare alle nuove forme di comunicazione. Tutto, tranne i social network.