Barcellona – Corolla è non solo il modello più apprezzato della gamma Toyota ma con oltre 28 milioni di clienti dal 1969 ad oggi è certamente una world car e una delle poche automobili più vendute di tutti i tempi. Dal 2002 Corolla, proprio in occasione della nascita della nona generazione, è sviluppata e prodotta in Europa per i clienti di tutto il mondo ed il suo design, soprattutto, ha costituito un’evoluzione che ne ha segnato i nuovi successi insieme con un accentuato piacere di guida e i parametri di sicurezza costantemente ai massimi livelli.
Dopo la Verso 5 e 7 posti che ha anticipato nell’aprile scorso il restyling della gamma della nona generazione, Toyota ora ha varato l’operazione rinnovamento anche per la due volumi hatchback 3 e 5 porte e per la station wagon.
Un’operazione più di sostanza che di forma. All’esterno, infatti, il nuovo family feeling si rileva nel cofano, i paraurti, i fari anteriori e posteriori; all’interno nel design del volante e soprattutto in alcuni plus che sono la possibilità di regolare il volante in profondità oltre che in altezza, la disponibilità del navigatore satellitare full map, l’equipaggiamento più ricco, l’adozione del parabrezza acustico sulle motorizzazioni diesel e sulla sportiva Ts.
Le novità sostanziali interessano l’area della sicurezza e la gamma motori. La cura e l’attenzione verso la sicurezza è evidenziata dalle dotazioni di Vsc, Trc e brake assist di serie sulla sportiva Ts, di Abs con Ebd di serie su tutta la gamma, dagli 8 airbag, quelli frontali a doppio stadio, dall’interuttore per la disattivazione dell’airbag del passeggero anteriore, dal nuovo sistema di avvertimento luminoso e sonoro per le cinture di sicurezza anteriori non allacciate, dallo specchietto retrovisore elettrocromatico, dai comandi audio al volante, dal sensore di pioggia (su Sol e Ts), dai retrovisori esterni più grandi a garanzia d’una maggiore visibilità.
La novità assoluta però può essere ritenuta l’introduzione di un secondo motore Diesel common rail 1.4 D4D 90 cv 180 km/h di velocità massima, in abbinamento anche ad un cambio manuale robotizzato con modalità automatica o sequenziale.
Il nuovo motore 1.4 D4D è la versione aggiornata e corretta (ben 51 componenti diversi) dell’unità motrice che ha esordito su Yaris con 75 cv. Sostituisce il 2.0 D4D 90 cv ed affianca l’altro Diesel common rail D4D 2.0 116 cv e i benzina tutti a fasatura variabile 1.4 Vvti 97 cv, 1.6 Vvti 110 cv e 1.8 Vvti 192 cv della sportiva Ts.
Abbiamo provato la Corolla hatchback 5 porte Sol col motore 1.4 D4D 90 cv con il cambio manuale robotizzato.

La pagella di Automotonews:

posto guida 7
plancia e comandi 7
strumentazione 7
climatizzazione 8
visibilità 8
finitura 8
equipaggiamento 9
abitabilità 8
bagagliaio 8
comfort 8
motore 8
accelerazione 7
ripresa 7
cambio 9
sterzo 8
freni 8
tenuta di strada 8
stabilità 8
consumi 9

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.