La Bagnaia (Siena) – Più grande e più comoda. Più agile e gradevole. Cambia tutto ma lo stile rimane fedele alla “madre di tutte le Focus”. Un po’ C-Max, un po’ Mondeo. Ma anche un po’ Volvo in quanto a sicurezza e un po’ Jaguar in quanto a stile e ambientazione. Se poi aggiungiamo che nasce dalla stessa piattaforma della citata C-Max, delle Volvo S40 e V50 e della Mazda 3, abbiamo il quadro completa della Focus II che non è una specie di Frankenstein delle sinergie ma un’auto completamente diversa rispetto a quella che è arrivata sul mercato nel 1998 per sostituire la Escort, della quale oggi circolano in ottanta Paesi del mondo più di quattro milioni di esemplari e che sarebbe potuta rimanere ancora sul mercato com’è ancora adesso nella prima originale connotazione se non fosse che le rivali del segmento sono cambiate e sono diventate più agguerrite. Focus II da parte sua fa un salto in alto e sostanzialmente passa dal segmento C al D sia per le misure esterne cresciute in lunghezza, larghezza e nel passo, sia per l’abitabilità, sia per le finiture, sia, infine, per le dotazioni. Che poi la strategia italiana di Ford prevede un “Focus per tutti”, che secondo il presidente e amministratore delegato Massimo Pasanisi è la 3 porte (ovvero coupè nella nuova declinazione delle carrozzerie che prevede anche la berlina 5 porte e la station wagon chiamata Style wagon) 1.6 Tdci 110 cv con un corredo “impossibile” al prezzo altrettanto “impossibile” di euro 17.650,00 è una verifica di gradimento che deve fare e fornire il mercato.
Di Ford Focus II abbiamo già pubblicato nella rubrica “Novità” il 2 settembre scorso un servizio da Siena del nostro Cenzo Baj, in questa occasione abbiamo provato la versione 3 porte con motore 2 litri a benzina 145 cv cambio manuale a 5 marce e la 5 porte 2.0 Tdci 136 cv cambio manuale a 6 marce. Per entrambe impressioni di guida nettamente positive come dimostra…
La pagella di Automotonews:

posto guida 9
plancia e comandi 9
strumentazione 9
climatizzazione 10
visibilità 9
finiture 9
equipaggiamento 10
abitabilità 10
bagagliaio 10
comfort 9
motore benzina 8
motore Tdci 9
accelerazione benzina 8
accelerazione Tdci 9
ripresa benzina 8
ripresa Tdci 9
cambio a 5 e 6 marce 9
sterzo 10
freni 10
tenuta di strada 10
stabilità 9
consumi benzina 8
consumi Tdci 9 (ore 11:30)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.