Valencia – Con il “porte aperte” del 18 e 19 Marzo prossimi debutta sul mercato italiano la Insight, auto che evolve il concetto di “ibrida” secondo Honda, marca giapponese che al pari di Toyota più di 10 anni fa ha cominciato a battere questa frontiera. Insight, auto di segmento C, affiancherà la Civic Hybrid, segmento B, che purtroppo in Italia è stata penalizzata dalla carrozzeria 3 volumi nel nostro mercato non gradita agli automobilisti. Dal momento che Insight potrà beneficiare fino a 5 mila euro di incentivi a vario titolo e che il suo prezzo, non ancora comunicato ma posizionato al di sotto di quello della Toyota Prius (alla quale farà concorrenza) sarà di grande attrattiva nello specifico dell’offerta, Alessandro Skerl, consigliere delegato di Honda Italia, si spinge ad una previsione di vendita di 4 mila unità quest’anno, da metà Marzo a Dicembre.
Il principio applicato alla Insight è quello del sistema IMA, acronimo di Integrated motor assist, che ha debuttato sulla Civic, qui in una evoluzione tecnologica che garantisce tutti i plus necessari per fare della nuova ibrida della Honda l’auto che stabilisce nuovi parametri in materia di consumi (4,4 litri per 100 km) e inquinamento (solo 101 g/km di CO2). E’ un sistema ibrido di tipo parallelo che, quindi, dispone di un motore elettrico interposto fra il motore a scoppio e la trasmissione, ora alimentato da una tensione di 100,8 V, anziché 158,4 V come nella Civic Hybrid, mentre l’unità di controllo definita IPU (Intelligent power unit, che contiene tutti i componenti elettronici, come il pacco batterie ed il convertitore di tensione) presenta un volume di soli 48 litri contro i 59 della Civic. Inoltre, l’intera nuova unità pesa solo 38 kg contro i 53 della Civic Hybrid.
Il sistema consente di recuperare l’energia in frenata  che andrebbe persa in attrito e calore immagazzinandola nelle batterie di accumulo e utilizzandola nuovamente quando richiesta per la propulsione.
Il motore a combustione interna è il 1.3 3 cilindri 12 valvole della Civic Hybrid reinterpretato con l’adozione di una testata i-DSI (Dual sequential ignition, accensione doppia sequenziale) che utilizza due candele per cilindro e dotato di tecnologia i-VTEC che permette la messa in pausa delle valvole in fase di rilascio o durante il funzionamento nella modalità solo elettrico. L’intero sistema motore termico+apparato IMA eroga una potenza di 72 kW, ovvero quasi 100 cv. La trasmissione automatica CVT a variazione continua e il sistema stop and go in combinata con l’eco assist che aiuta ad ottenere performance di economia di consumi rilevanti, esaltano il sistema IMA e le sue caratteristiche soprattutto nei percorsi cittadini nei quali la Insight realizza pienamente e mette in pratica tutte le sue qualità.
Lunga m 4,395, larga 1,695 e alta 1,425, design gradevole con architettura cuneiforme e stilemi dell’auto a celle combustibile FCX Clarity, Insight ha grande abitabilità per cinque persone, con massimo riguardo per il comfort e la sicurezza (6 airbag, 4 freni a disco con Abs a 4 canali, sistema di controllo della stabilità), un bagagliaio ampio di 358 litri con un sottopiano di altri 42 litri che può ampliarsi  fino a 1.017 litri con i sedili posteriori abbattuti.
La meccanica è tradizionale con  architettura MacPherson e barra stabilizzatrice nell’anteriore e ponte posteriore ad H con barra di torsione.
L’abbiamo provata sulle strade dell’Andalusia attorno a Valencia e soprattutto nel traffico della città dove la Insight ha potuto esprimere tutte le sue qualità in termini di risparmio di consumi, che è la qualità più percettibile che potrà soddisfare chi la comprerà.
La pagella di Automotonews.
design 8
ergonomia 8
posto guida 8
plancia e comandi 8
strumentazione 8
climatizzazione 9
visibilità 7
finiture 7
equipaggiamento 8
abitabilità 9
comfort 8
bagagliaio 9
motore 9
accelerazione 7
ripresa 7
cambio 8
sterzo 8
freni 9
tenuta di strada 8
stabilità 9
sicurezza 8
consumo 10

Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.

NO COMMENTS

Leave a Reply