Verona,  L’ultima arrivata in casa Skoda si chiama Roomster. Cinque porte, 4.205 mm di lunghezza, Roomster offre una buona versatilità, sfruttata con intelligenza. La parte anteriore della vettura è incentrata sulle esigenze del conducente e del passeggero, da qui il nome di “driving room”. La parte posteriore è invece una comoda “living room”, con grandi finestrini, posizione seduta più elevata di 46 mm rispetto ai sedili anteriori e l’innovativo sistema VarioFlex, che permette di configurare la zona in base ale esigenze. La divisione interna della Roomster è accennata già visivamente dall’esterno. La parte anteriore è dinamica e caratterizzata da una calandra con una grande cornice cromata e nervature marcate, quella posteriore, invece, con finestrini che si sviluppano verso l’alto, si distingue nettamente per il frontale e le grandi portiere che facilitano la salita e la discesa dalla vettura. Il bordo alto del tetto evidenzia la spiccata capienza della Roomster: con cinque sedili, infatti, ha una capacità che varia da 450 a 530 litri (record nel segmento), se poi si abbattono i sedili posteriori si ottiene un piano di carico completamente piatto dalla capacità di 1.555 litri. La Skoda Roomster è disponibile in quattro versioni di allestimento: Roomster, indirizzata ad un target giovane, con motorizzazioni pensate per l’uso urbano; Roomster style, adatta alla piccola famiglia; Roomster comfort, per i clienti più esigenti; Roomster sport, per chi ricerca il piacere di guida. Tutte le versioni prevedono di serie doppio airbag e airbag laterali, Abs+Msr, servosterzo elettroidraulico, regolazione elettrica per fari anteriori, sistema VarioFlex per i sedili posteriori, sedile guidatore regolabile in altezza, volante regolabile in altezza e profondità, alzacristalli elettrici anteriori, chiusura centralizzata con telecomando, predisposizione autoradio. L’allestimento “style” prevede anche il climatizzatore semiautomatico, i fari alogeni ellissoidali e il computer di bordo. Per “comfort” e “sport” sono previsti i cerchi in lega (da 15″ e da 16″ rispettivamente), i sensori di parcheggio posteriori e i fendinebbia. Sei le motorizzazioni: 3 benzina, 1.2 12v da 64 cv, 1.4 16v da 86 cv e 1.6 16v da 105 cv (disponibile anche con cambio Tiptronic a 6 rapporti), 3 diesel, 1.4 Tdi da 70 cv, 1.4 Tdi da 80 cv e 1.9 Tdi da 105 cv (anche con filtro antiparticolato) Con prezzi che vanno da 12.590 a 18.990 euro, Roomster intende aumentare la notorietà e la visibilità del marchio Skoda, che detiene solo lo 0,6% della quota del mercato italiano. I clienti, come si dice, sono pochi ma buoni, più fedeli di quelli di altre marche. Inserendosi nel segmento delle Mpv, l’intento è quindi quello di dar freschezza al marchio. Dovrà vedersela con Fiat Idea, Opel Meriva, Nissan Note e Renault Modus. Abbiamo provato la Skoda Roomster Sport 1.9 105 cv lungo le strade del veronese. La pagella di Automotonews. design 7 ergonomia 5 posto guida 6 plancia e comandi 6 strumentazione 6 climatizzazione 6 visibilità 7 finitura 5 equipaggiamento 6 abitabilità 6 comfort 6 bagagliaio 8 motore 7,5 accelerazione 7 ripresa 7 cambio 6 sterzo 7 freni 5 stabilità 8 sicurezza attiva e passiva 8 consumo 9

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.