Atene – Almeno fino alla metà del 2010 Matiz rimarrà ancora in listino. Poi andrà in pensione. Da quel momento l’offerta Chevrolet nel segmento A delle ciry car punterà solo sulla Spark che ha debuttato ieri nelle concessionarie a conclusione di un lungo cammino di avvicinamento al traguardo commerciale cominciato nel 2007 al Salone dell’auto di Los Angeles quando Chevrolet presentò un trio di city car invitando il pubblico ad esprimere il suo gradimento. Che si è concentrato sulla Beat che, industrializzata, è diventata Spark, Scintilla.
Spark è in pratica la copia conforme della Beat, con poche e irrilevanti differenze rispetto al design della concept ed evidenzia le stesse caratteristiche salienti: i fianchi che in corrispondenza delle ruote si proiettano verso l’esterno della carrozzeria, la linea del tetto ad unico arco che si accentua nelle linee delle fiancate, i gruppi ottici “scolpiti” nella carrozzeria, i fari posteriori rotondi in stile Corvette, le maniglie delle porte posteriori integrate nel montante, il nuovo logo Chevrolet. L’interno riprende e amplia gli stilemi stilistici esterni in funzione abitabilità e comfort (Spark è omologata per 5 passeggeri, quattro adulti viaggiano veramente comodi il quinto posto è più a misura di un bambino) ed evidenzia una plancia che avvolge sia il pilota sia il passeggero anteriore impreziosita da una strumentazione di ispirazione motociclistica e dal contagiri digitale con illuminazione azzurro ghiaccio (un modulo posto sopra il piantone dello sterzo riporta tutte le informazioni essenziali in modo facilmente leggibile).
Due i motori della gamma italiana, entrambi benzina (il Diesel non è tenuto in considerazione) 4 cilindri 16 valvole, doppio albero a camme in testa: un 995 cc con 68 cv e un 1.206 cc con 81 cv abbinati solo ad un cambio manuale a 5 marce (di automatico secondo Chevrolet non se ne sente il bisogno). La gamma, che si amplia per effetto della motorizzazione Eco Logic benzina/GPL disponibile su tutti gli allestimenti prevede 5 offerte con prezzi tra gli 8.950 dell’allestimento base e i 12.050 del top di gamma (l’alimentazaiolne GPL incide per 2.000 euro quale che sia l’allestimento scelto). L’allestimento base prevede di serie tra l’altro Abs, 6 airbag, serrvosterzo; la Spark Plus aggiunge alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata, radio cd con Mp3 con porta Ubs e ingresso Aux-in; la LS ha di più barre porta tutto, fendinebbia, specchietti elettrici e riscaldati, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, computer di bordo, climatizzatore, comandi audio al volante; il top di gamma, LT (che è quello della nostra prova) completa lo equipaggiamento con elementi personalizzati di design esterni ed interni, cerchi in lega 15 pollici, clima automatico, sistema audio con 6 altoparlanti e sensori di parcheggio. (ore 09:00)
Negli argomenti correlati tutti i dettagli della Chevrolet Spark.

Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.

NO COMMENTS

Leave a Reply