Fiuggi – Sulla strada dello aggiornamento completo della gamma, soprattutto nell’ottica del gusto del cliente europeo, Hyundai inserisce la ix35, crossover di medie dimensioni con il compito di affiancarsi alla Tucson, che continuerà ad essere venduta a gamma ridotta ancora per alcuni mesi fino ad esaurimento dello stock prodotto.
Design europeo, progettato e sviluppato nel Centro ricerca e sviluppo che il costruttore sudcoreano ha in Germania, a Russelsheim (una volta regno incontrastato di Opel); produzione europea, dal momento che la ix35 esce dalle linee dello stabilimento slovacco di Zilina (nel quale nascono anche alcune auto Kia, acquisita da tempo dal Gruppo HMC).
Seguendo la “corrente del golfo” del gusto attuale, i designer Hyundai hanno cercato di dare pratica attuazione alla filosofia di pensiero di partenza definita “fluid sculpture” (scultura fluida) riuscendo ad essere fedeli alle intenzioni già nel prototipo ix-onic presentato a Ginevra 2009. Quindi design di carrozzeria con linee molto arrotondate e armoniose nonostante le dimensioni generose della ix35. Anche all’interno questa caratteristica trova pratica applicazione, sicché la crossover sudcoreana (o europea?) presenta abitabilità di ottimo livello che si traduce in spazio e comfort per 5 passegeri che può prendere a bordo.
Come altre crossover che popolano questa area di mercato (prima fra tutte Nissan Qasqhai, regina incontrastata con 26.833 unità vendute nel 2009 sul totale di 50.847 della nicchia), la ix35 può essere fornita con la sola trazione anteriore oppure con trazione integrale (ad inserimento e controllo automatico), opzione che le conferisce anche le qualità di una “cittadina” non necessariamente impegnata in altri usi. In Italia sarà proposta con cinque motorizzazioni, tutte Euro 5, tre delle quali disponibile al lancio le altre in autunno, abbinate sia al cambio manuale a 6 marce o all’automatico con gestione sequenziale. I motori al lancio sono il benzina 2.0 163 cv e i turbodiesel anch’essi 2 litri con 136 o 184 cv.
In quanto a sicurezza la ix35 presenta un corredo di riguardo che comprende Abs, Ebd, Tcs, Esp, assistenza alla partenza in salita Hac ed alla discesa Dbc (azionabili con un pulsante), 6  airbag (frontali, laterali e a tendina anteriori e posteriori), sistema di assistenza al parcheggio con telecamera posteriore.
Gli allestimenti “italiani” sono Classic, Comfort e Style. Classic ha tra l’altro tutta la dotazione di sicurezza di serie, i cerchi in lega da 17 pollici, il Bluetooth, fendinebbia anteriori, sistema antifurto e barre sul tetto e prezzi fissati in 20.990 per la ix35 col benzina e la 2wd, 22.990 per la turbodiesel 2wd e 24.990 per il turbodiesel 4wd. La Comfort aggiunge tra l’altro interni curati e rifiniti in pelle e tessuto, la ruota di scorta di normali dimensioni, il climatizzatore automatico bi-zona con ionizzatore. I prezzi sono di euro 24.990 per la turbodiesel 2wd, 26.990 per la turbodiesel 4wd e 28.490 per la turbodiesel 184 cv 4wd. Il top di gamma è l’allestimento Style che costa euro 30.990 con cerchi in lega leggera da 18 pollici, navigatore satellitare con retrocamera integrata, sistema audio potenziato.

Ecco la gamma completa.
ix35 2wd
2.0 163 cv Classic cambio manuale 5 marce, euro 20.990
2.0 CRDi 136 cv Classic cambio manuale 6 marce, 22.990
2.0 CRDi 136 cv Comfort cambio manuale 6 marce, 24.990
ix35 4wd (tutte con cambio manuale a 6 marce)
2.0 163 cv Comfort, euro 26.490
2.0  CRDi 136 cv Classic, 24.990
2.0 CRDi 136 cv Comfort, 26.990
2.0 CRDi Comfort 184 cv, 28.490
2.0 CRDi  184 cv Style, 30.990
2.0 CRDi 184 cv Style cambio automatico, 32.490.

Sul percorso Hilton Rome Airport Fiumicino a Fiuggi e ritorno abbiamo provato la Hyundai ix35 2.0 CRDi 136 cv allestimento Comfort trazione integrale e cambio manuale a 6 marce.
La pagella di Automotonews.
design 7
ergonomia 7
posto guida 7
plancia e comandi 7
strumentazione 7
climatizzazione 7
visibilità 7
finiture 7
equipaggiamento 8
abitabilità 7
comfort 7
bagagliaio 8
motore 7
ripresa 7
accelerazione 7
cambio 7
sterzo 7
freni 7
tenuta di strada 7
stabilità 7
sicurezza 8
consumo 7 (ore 09:00)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.