Brescia – Mala tempora currunt. Anche per le regine. E se Sua Maestà Elisabetta II si è ridotta l’appannaggio, una regina dei rally, pluridecorata (7 titoli iridati e 38  titoli nazionali), può rinunciare in assoluto alla sua tradizione di auto più sportiva della gamma Subaru e percorrere, anche, altre strade. Il mercato è  cambiato, come sono cambiati i gusti degli automobilisti e pertanto seppure ancora brand di nicchia quello delle Pleiadi non poteva restare fuori dall’area delle crossover, congeniale per il fatto di essere per tradizione storica la Marca con auto tutte a trazione integrale, e per giunta di diversa tipologia.
Ecco, quindi, la Impreza XV (non è un numero romano, si legge Ics-Vu), design gradevole, che prende le dovute distanze dalle sorelle della gamma con altra carrozzeria, senza ricerche di soluzioni ad effetto, interni comodi e confortevoli che prendono molto dalla berlina in versione famiglia, agile ed equilibrata su qualsiasi fondo stradale e in diverse situazioni meteo merito soprattutto di quella trazione integrale Subaru che anche qui si esprime in doppia interpretazione: ai cambi manuali a 5 e a 6 marce e riduttore Dual Range è abbinato un differenziale centrale autobloccante con giunto viscoso e ripartizione equa della coppia motrice 50-50; con la trasmissione automatica a 4 marce e controllo elettronico la trazione viene assicurata da un sistema di trasmissione della coppia motrice variabile attraverso un piatto di frizioni in bagno d’olio, gestito dalla stessa elettronica che sovrintende ai cambi marcia e che varia continuamente il rapporto tra la coppia anteriore e quella posteriore partendo dalla base di 45 anteriore e 55 posteriore.
La Impreza XV si presenta con due motori, ovviamente entrambi Boxer che è l’altro piatto forte della Subaru, ed Euro 5: uno benzina/BiFuel da 2.0 litri 150 cv, 16v a fasatura variabile, abbinato al manuale a 5 marce o all’automatico; l’altro Diesel anch’esso 2 litri 150 cv, 16v turbo common rail, abbinato solo al cambio manuale a 6 marce.
La dotazione che riguarda la sicurezza attiva delle 5 persone trasportabili può contare oltre che su Abs con Ebd tarato per lavorare con il Symmetrical Awd, anche sul controllo di stabilità Vdc predisposto per la trazione integrale con funzione di differenziale elettronico posteriore. Ovviamente ci sono 6 airbag e l’ancoraggio Isofix per il seggiolino bambini. (ore 18:30)

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.