Parigi – Peugeot iOn, Citroen C-Zero, Mitsubishi i-MiEV. Il futuro bussa alla nostra porta. Un solo progetto, tre city-car. L’auto totalmente elettrica ad emissioni zero si appresta a ricevere le chiavi della città.
La scommessa è vinta. Ora c’è n’è un’altra ben più difficile da affrontare e vincere. Il prezzo. La Peugeot iOn non costerà meno di 30mila euro e per altro nella fase di lancio il Leone si affiderà ad una strategia che prevede un acquisto leasing per un utilizzo in 5 anni a circa 500 euro al mese tutto compreso. Peugeot in questa fase si rivolgerà prevalentemente agli enti pubblici, alle grandi società che gestiscono flotte aziendali. Il privato se ci sarà ben venga, ma per ora non è tenuto in considerazione.
La scommessa è vinta perché iOn, come le cugine con altro marchio, è una city-car trazione posteriore compatta dal design moderno, gradevole, realizzato su una carrozzeria monovolume (architettura alta, passo di 2,55 m, 3,48 di lunghezza, 1,47 di larghezza), garantisce 4 comodi posti e un ambiente ben strutturato, sobrio ed essenziale offerto in due diversi allestimenti (ma c’è tutto quello di cui pilota e passeggeri hanno bisogno), certamente silenzioso per il fatto che il respiro del motore elettrico non si avverte in alcuna fase di marcia, neanche quando avendo voluto mettere a prova le dichiarazioni della Casa abbiamo raggiunto i 130 km/h di velocità massima. Neanche un ronzio. Eppure il motore elettrico sincrono a magneti permanenti non manca di carattere e di vivacità e libera la coppia appena sale di giri. Le batterie che lo alimentano, a ioni di litio, sono alloggiate sotto i sedili, tra quelli anteriori e quelli posteriori, nella parte più sicura e protetta, non hanno richiesto alcun sacrificio di abitabilità. Garantiscono un’autonomia di 130 chilometri e durante la marcia si ricaricano ogni qualvolta si stacca il piede dallo acceleratore (l’energia cinetica delle ruote muove il motore in senso inverso) o i usa il pedale del freno (una sorta di kers che recupera energia). Comunque si possono ricaricare anche nella presa di casa con un cavo reso sicuro da una centralina che assicura il controllo elettronico della continuità (ricarica rapida all’80% in 30 minuti, lenta in 6 ore e 30 minuti). Trasmissione automatica, sterzo con servo elettrico  dall’ampio raggio di sterzata da 4,50 m per districarsi perfettamente nel traffico cittadino e posteggiare senza impegnarsi in manovre faticose. Dotazione di sicurezza di alto livello: 6 airbag, 2 fissaggi Isofix, Esp per la stabilità, Ref per ripartire elettronicamente la frenata, Abs per le frenate di emergenza. Il quadro strumento dà in ogni momento tutti i dati del consumo e del recupero energia. (ore 09:00)
NEGLI ARGOMENTI CORRELATI TUTTI I PARTICOLARI DELLA ION.

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.