Roma – Nel 1999 in Europa è arrivata la Toyota Yaris (poi eletta “Auto dell’anno” 2000). Nel 2000 è arrivata la Yaris Verso, antesignana di tutte le monolume small di segmento B arrivate subito dopo a sua immagine e somiglianza. Yaris Verso è rimasta in produzione fino al 2004, poi Toyota facendo valutazioni di mercato non condivise, non solo dal sottoscritto, decise di non insistere più su questa carrozzeria e, pertanto, nel seguito della Yaris, fino al giorno d’oggi, la piccola monovolume non ha seguito l’evoluzione della gamma. Col passare degli anni Verso è diventata una gamma a se stante e fin oggi in listino c’è stata una monovolume da 7 posti.
Nostalgia canaglia! Arriva la Verso-S monovolume lunga meno di 4 metri, spaziosa e comoda per 5 passeggeri, modularità eccellente, stivaggio da auto di segmento superiore, ampia visibilità enfatizzata da un tetto panoramico. Insomma non si chiama Yaris ma di quella Verso questa ha tutto il dna. Come la antesignana ha l’attenzione ai dettagli  interni che ha permesso di massimizzare la spaziosità e la comodità. In questo contesto il sistema Easy Flat consente di abbattere con estrema facilità gli schienali dei sedili posteriori aumentando il piano di carico che è, per altro, regolabile, su due livelli.
Due i motori. Un benzina 1.3 Dual VVT-i 100 cve un turbodiesel common rai con filtro antiparticolato 1.4 D-4D 90 cv, parchi nei consumi e moderati nelle emissioni nocive. Il primo abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti ed anche alla trasmissione a variazione continua Multidrive S con modalità di cambio sequenziale a 7 rapporti, la prima CVT del segmento. Il Diesel abbinato al cambio Multimode, tramissione manuale robotizzata con modalità di cambiata automatica e senza pedale della frizione.
Gamma semplice con due soli allestimenti e prezzi al lancio tra 14.500 e 19.400 che saranno dopo l’1 aprile tra 15.300 e 20.200. (ore 10:00)
NEGLI ARGOMENTI CORRELATI TUTTI I DETTAGLI DELLA VERSO-S.

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.