Jerez de la Frontera – Dismessi gli abiti imperiali e mollati alcuni scomodi cortigiani come Volvo, Land Rover e Jaguar, Ford ha ripreso a pensare alla grande uscendo dal tunnel della crisi e impostando un programma di espansione globale che sprema fino all’ultima goccia il frutto della sinergia.
La cosiddetta piattaforma C da cui nasce la nuova Focus è la dimostrazione e la anticipazione degli effetti che tale programma potrà dare nel breve termine. Da questa piattaforma nasceranno, infatti, ben 10 modelli con l’80% delle parti min comune che garantiranno a Ford almeno 2 milioni di unità vendute. Il che significa che il destinatario finale, ovvero chi compra l’auto, potrà beneficiare di tutta la tecnologia che lo stato dell’arte consente a Ford di mettere a bordo di un’auto di segmento C con costi… popolari. La forza dei numeri!
E i piani alti di Dearborn hanno deciso di ripartire da Focus, auto che dal 1998 ad oggi ha conquistato oltre 10 milioni di clienti e che ora debutta in contemporanea anche nel Nord America con carrozzeria berlina ma anche nella configurazione 4 porte che in Italia, soprattutto, è poco richiesta e quindi non ci sarà. Da noi solo 5 porte in attesa del seguito (a maggio la Wagon)
Focus 5 porte del modello attuale reinterpreta ed evolve il Kinetic design che da tempo ha modificato, in meglio, i connotati delle auto dell’Ovale, enfatizzando una linea coupé che conferisce grinta sportiva già in statica. La parte più caratterizzante è il frontale evidenziato da una grande presa d’aria a tre elementi (a chiusura attiva) e dal dettaglio del cofano motore che appare sollevato sopra il tradizionale logo. Altro elemento caratterizzante, nell’insieme di un’auto che ha conservato le misure di quella che va a rimpiazzare (lunga m 4,35, larga 1,82, alta 1,48),  il taglio del portellino del carburante che, come accade ormai da tempo su altri modelli della gamma, ha il tappo del bocchettone incorporato e per altro consente al rifornimento di non sbagliare, se distratti, carburante.
L’impegno più evidente, nel senso del cambiamento, i design di Colonia lo hanno profuso nella definizione dell’abitacolo soprattutto in funzione del comfort. Coadiuvati in questo intento, riuscito, dai tecnici che sono riusciti ad ottenere un ottimo isolamento dalla strada e un altrettanto apprezzabile abbattimento della rumorosità meccanica e delle vibrazioni. Anche grazie al miglioramento del sistema di sospensioni (dietro multilink con control blade) che garantisce il necessario assorbimento delle asperità stradali ma allo stesso tempo inserimento preciso in curva e rapidità di esecuzione nei cambi di direzione in una col servosterzo elettrico che ha sostituito quello idraulico.
I passeggeri posteriori, inoltre, sono agevolati nella posizione di postura dal fatto che gli schienali dei sedili anteriori hanno forma incavata e quindi possono distendere bene le gambe.
Nella definizione dello abitacolo i designer hanno dato un tocco di eccentricità nel vistoso maniglione del freno di stazionamento, una sottolineatura di imponenza nella plancia asimmetrica molto estesa in profondità, un pizzico di esotismo cromatico nelle lancette di colore blu dell’ottima, in quanto a visibilità, strumentazione.
Tecnologia a profusione, da alto di gamma, sicurezza attiva e passiva indiscutibile e ciliegina sulla torta, che in Italia sarà servita dal 15 marzo nelle concessionarie, gli ingredienti d’atmosfera già inseriti sulla Fiesta ma qui portati alla ennesima potenza. L’ambientazione notturna è “effetto night” con punti luce nei vani porta e pavimento, plafoniere a Led con possibilità di variare intensità e colorazione scegliendo tra sette tonalità diverse.
In Italia (lungo lancio dal 15 al 31 marzo) la solita apprezzata, dai clienti, politica dei prezzi imbattibili in rapporto ai contenuti. Basti considerare che la nuova Focus benzina 1.6 105 cv cambio manuale a 5 velocità costa quanto l’attuale, euro 17.750 ma con molto di più (controllo dinamico della trazione, Start & Stop su 1.6 EcoBoost e 1.6 TDCi, servosterzo elettrico Epas, chiusura attiva della griglia anteriore). (ore 09:45)
NEGLI  ARGOMENTI CORRELATI TUTTI I DETTAGLI DELLA FORD FOCUS.

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.