Berna – Nel giugno del 1966, a Detroit, la Chevrolet annunciò la nascita di un nuovo modello chiamato Camaro. L’auto, di cui sono state vendute milioni di unità, fu descritta come “un piccolo animaletto che mangia le Mustang”, altra icona automobilistica con la quale la Camaro ha sempre rivaleggiato. Dopo quattro generazioni di successo, la produzione della Camaro venne interrotta nel 2002. E dopo una lunga attesa durata quasi sette anni, la quinta generazione è stata lanciata negli Stati Uniti, anticipata dall’intelligente product placement che l’ha resa protagonista della trilogia Transformers ampliando e portando nel 21° secolo il mito Camaro.
Oggi questa icona sportiva del passato arriva finalmente in Europa e in Italia (ad ottobre), dando modo anche a noi di realizzare il sogno di possedere una tipica muscle car americana. Il design stupefacente della quinta generazione di Chevrolet Camaro è un invito irresistibile a salire e partire: il naso a V immediatamente riconoscibile, l’inconfondibile coda o i montanti posteriori scolpiti sono particolari che colpiscono il cuore sportivo. <<Abbiamo creato una miscela deliziosa di potenza high tech, agilità ed efficienza confezionata in un design incredibile – ha dichiarato Wayne Brannon, presidente e amministratore delegato di Chevrolet Europe -. La Camaro ha una presenza iconica, inarrivabile per la concorrenza>>.
La Camaro è indubbiamente una moderna interpretazione della leggendaria vettura del 1969: montanti forti e larghi, linea allungata, linea del tetto bassa e grandi ruote. Ma ciò che conta di più, dato che i muscoli non serve solo esibirli ma anche metterli alla prova e tenerli sotto sforzo, è il cuore pulsante dell’auto. La Camaro europea è dotata di motore V8 6.2 litri e utilizza un albero a camme centrale, offrendo la possibilità di scegliere tra cambio manuale o automatico. Le due motorizzazioni – LS3 and L99 – sono rispettivamente accoppiate alla trasmissione manuale e automatica. Sono essenzialmente identiche, con due differenze rilevanti, al di la della potenza: la versione automatica è dotata del sistema Active Fuel Management per la gestione attiva del carburante (che le consente di viaggiare con soli quattro cilindri quando le condizioni di carico lo consentono, come per esempio a velocità di crociera in autostrada) e di fasatura variabile delle valvole (VVT).
Le prestazioni sono impressionanti e agevolate dalla distribuzione del peso 52/48: la versione con cambio manuale eroga 432 cv a 5.900 giri e 569 Nm di coppia a 4.600 giri. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 5,2 secondi per la coupé e 5,4 secondi per la cabrio, in entrambi i casi ai livelli delle sportive top. Il cambio manuale è un Tremec TR 6060 a sei velocità. La Camaro con cambio automatico eroga invece 405 cv a 5.900 giri, mentre la coppia massima è di 556 Nm a 4.300 giri. Anche se i  consumi di carburante non sono al primo posto nella lista delle priorità di un proprietario di Camaro, è bene citare i dati dichiarati da Chevrolet: i manuali della Camaro indicano un consumo nel misto di 14,1 l/100 km, mentre le versioni con cambio automatico si comportano ancora meglio con un consumo nel ciclo misto di 13,1 l/100 km.
Veniamo ora ai prezzi chiavi in mano: la versione cabrio con cambio manuale sarà in vendita al prezzo di 44.370 euro, la versione automatica a 46.390 euro. La coupé con cambio manuale avrà un prezzo di 39.325 euro, con cambio automatico 41.345 euro. Ci saranno anche le 2 versioni speciali “45th Anniversary Edition” ed “Edizione Speciale Transformers” (quest’ultima solo per la coupé).
<<La saga di Transformers ha reso la Camaro un’icona della moderna cultura pop e ci ha aiutato a farla diventare la sportiva più venduta negli Stati Uniti – ha dichiarato Hossein Hassani, Chevrolet Iconic Products Manager -. Crediamo che la Camaro avrà un grandissimo successo in Europa, soprattutto per il suo stile e per il valore dell’offerta>>. Ovvio che la speranza sia questa, e i dati fanno ben sperare. Nel 2009, infatti, la Camaro è stata l’auto più cercata sul web secondo Yahoo!Autos e nel 2010, primo anno completo di vendite, ha conquistato la leadership del segmento delle auto sportive negli Stati Uniti, togliendo lo scettro alla sua “eterna rivale” Ford Mustang per la prima volta dopo 24 anni. Bentornata Camaro! (ore 19:00)