Gargnano – Hyundai è in forte crescita e non vuole mollare. Il ferro si batte finché è caldo, del resto. <<Il 2011 è stato per noi un anno molto particolare – ha detto Fabrizio Longo, direttore generale Hyundai Italia -. Rispetto al 2010 le vendite sono aumentate del 12,4%, superando quota 4 milioni in tutto il mondo. Anche per l’Italia è stato un anno molto positivo, con un aumento della quota di mercato del 35%, ora al 2,5%. Questa spinta molto forte è stata data da tre modelli: i20, ix20, ix35. Per noi il 2011 è stato l’anno della visibilità crescente. Il 2012, quindi, vuole essere l’anno della maturità, per dimostrare che non si tratta solo di fortuna>>.
Ecco allora che a infoltire una gamma giovanissima, tutti i prodotti della Casa coreana in vendita negli showroom non superano i 24 mesi, arriva la nuova i30. La prima generazione è del 2007 e l’aggiornamento estetico-contenutistico è notevole. Già la prima i30 ha costantemente aumentato le proprie vendite nei tre anni successivi al lancio, inserendosi al sesto posto della classifica europea assoluta delle vendite nell’agguerrito segmento C. La nuova generazione potrà senza dubbio fare meglio.
Ideata, progettata e sviluppata nell’Hmetc (Hyundai Motor Europe Technical Centre) di Rüsselsheim (Germania), la i30 5 porte rappresenta la grande novità Hyundai del 2012, dedicata espressamente alla clientela italiana ed europea. Questa nuova i30 è leggermente più lunga, più larga e più bassa rispetto al modello precedente, proporzioni leggermente più sportive che non compromettono la funzionalità degli interni. La lunghezza totale è aumentata di 2 cm (4.300 mm), la larghezza di 5 mm (1.780 mm) mente il limite superiore è stato abbassato di 1 cm a 1.470 mm, per una corrispondente altezza da terra di 140 mm. La misura dell’interasse di 2.650 mm, tra i più lunghi del segmento C, è stato mutuato dalla precedente versione.
Nonostante il passo di 2.650 mm sia lo stesso del modello precedente, l’aumento generale di lunghezza e larghezza è stato sfruttato per creare più spazio a disposizione di guidatore e passeggeri. I sedili anteriori godono di 3 cm in più di spazio per la testa, 11 mm in più per le gambe e 14 mm in più per le spalle e chi si accomoda sul divano posteriore beneficia di un miglior accesso interno, grazie alle differenti dimensioni della vettura. Conseguente aumento anche della capacità del bagagliaio, aumentata dell’11% a 378 litri (38 litri in più) e dei vani portaoggetti interni.
In Italia la nuova generazione di i30 sarà disponibile con una scelta allargata a sei motori, tre unità a benzina e tre diesel. Sul fronte benzina troviamo il 1.4 16v da 100 cv e il 1.6 16v da 120 e 135 cv; per il diesel abbiamo il 1.4 90 cv e il 1.6 da 110 o 128 cv. Il nuovo diesel turbo da 1.6 litri CRDi con turbina a geometria variabile (VGT), nella versione con 110 cv, rappresenterà probabilmente il motore più diffuso, o comunque quello sul quale in casa Hyundai scommettono maggiormente. Il consumo dichiarato di questo motore è di soli 4,0 l/100 km nel ciclo combinato, che scende a 3,7 l/100 km nei modelli “Blue Drive”, la cui autonomia dichiarata è addirittura di 1.400 km (Milano-Catania, per farci un’idea). Ma anche i motori a benzina offrono un eccellente equilibrio tra prestazioni e risparmio. Il nuovo 1.6 litri “gamma” GDI ad iniezione diretta, infatti, massimizza la potenza e la coppia a disposizione, riducendo al minimo consumo ed emissioni. I suoi 1591cc erogano 135 cavalli a 6.300 giri/min e 164 Nm di coppia a 4.850 giri al minuto, per un consumo dichiarato di 6,0 l/100 km (ciclo combinato). La trasmissione è a 6 rapporti e si potrà scegliere il cambio automatico, sempre a 6 marce, solo sui motori 1.6, sia benzina sia diesel.
Il lancio della nuova i30 avverrà nel weekend 24-25 marzo, con un “porte aperte” dedicato ai clienti per far toccare con mano e subito la novità, disponibile in tre allestimenti: Classic, Comfort e Style. I prezzi variano dai 16.300 euro ai 21.000 euro per i benzina e dai 18.200 ai 22.500 euro per i diesel, comprensivi dell’impareggiabile formula 5 anni di “tripla garanzia” a chilometraggio illimitato: cinque anni di garanzia, cinque anni di assistenza stradale e cinque anni di controlli gratuiti.
Ci sarà anche una promozione per il lancio ma per scoprirla bisognerà attendere la messa in onda, domenica prossima, dello spot pubblicitario. In autunno arriverà la Station Wagon (prezzi al momento ignoti) e c’è da giurare che arriverà anche una versione Gpl, perché i vertici Hyundai intendono avere per ogni modello della gamma una versione a gas di petrolio liquefatto (al momento ci sono solo i10 e i20). (ore 18:00)