Milano – La nuova Focus EcoBoost 1.0 rappresenta il punto di vista Ford sull’attualità ecologica. In un’industria che veleggia col vento in pompa verso drastiche riduzioni di consumi ed emissioni, Ford dice fa la voce grossa con la sua vettura a benzina più efficiente di sempre.
Prodotta a Saarlouis, in Germania, è disponibile nelle versioni da 100 cv e 125 cv, che permettono consumi ed emissioni ai vertici, rispettivamente con 4.8l/100km e 109g/km di CO2, e 5.0 l/100km e 114 g/km di CO2.
Il monoblocco del motore EcoBoost è così compatto che le sue dimensioni sono inferiori a quelle di un foglio A4, con una coppia, erogata con stabilità a 170Nm tra i 1.400 e i 4.000 giri, paragonabile a quella di un moderno motore diesel.
Il motore EcoBoost 1.0 è il primo motore a 3 cilindri e di questa cubatura montato in una vettura del segmento C che garantisce le stesse prestazioni di un 4 cilindri e sarà disponibile anche su altri modelli Ford, tra i quali la C-Max e la B-Max (per quest’ultima si dovrà aspettare ottobre). <<Sviluppare un motore così compatto ed efficiente, e allo stesso tempo in grado di garantire dinamismo e piacere di guida a un’auto delle dimensioni di una Focus – ha dichiarato Stephen Odell, presidente e Ceo di Ford Europa – poteva sembrare impossibile solo pochi anni fa>>>.
La convenienza di questo tipo di motore non risiede soltanto nell’efficienza dei consumi, che consente di percorrere più di 20 km con un litro di benzina, ma si accompagna a una generosa riduzione dei costi assicurativi. E restando sul versante dei prezzi, la Ford Focus compie un passo in avanti anche nel posizionamento sul mercato grazie ad un prezzo di listino per la versione EcoBoost 1.0 di 19.000 euro (5 porte 125 cv), 1.500 euro in meno rispetto alla versione diesel 1.6 di cavalleria simile che uscirà dal listino. Inoltre, rispetto alla versione dotata di motore 1.6 da 125 cv, la nuova Focus EcoBoost 1.0 da 125 cv garantisce più tecnologia a bordo allo stesso prezzo, aggiungendo ad esempio lo Start&Stop e il cambio a sei marce.
Per ottenere l’efficienza che l’EcoBoost 1.0 promette, gli ingegneri di Dunton, centro di eccellenza Ford per lo sviluppo di motori compatti, si sono concentrati sul miglioramento dell’efficienza termica. Hanno inoltre ridotto gli attriti dei componenti in movimento, specialmente in fase di riscaldamento, che è quella in cui i motori tendono ad emettere quantità maggiori di CO2 ed altri agenti inquinanti.
<<Nessuno ha mai costruito un motore come questo – ha spiegato Joe Bakaj, vice presidente per il Global Powertrain Engineering -. È uno dei motori tecnicamente più avanzati e più efficienti che abbiamo mai sviluppato e le tecnologie che abbiamo utilizzato saranno implementate per i futuri motori Ford>>.
Queste sono alcune delle soluzioni tecnologiche: un albero motore offset ad attriti ridotti; una soluzione avanzata, sviluppata da Ford, per il raffreddamento a due vie del motore, che permette al blocco dei cilindri di entrare in temperatura prima della testata, consentendo di risparmiare carburante durante il riscaldamento del motore, soprattutto alle basse temperature; un collettore di scarico integrato nella testata che abbassa la temperatura dei gas di scarico ed estende il range di giri in cui il motore lavora alla migliore combinazione aria-benzina, rendendo la risposta del motore più fluida e morbide; le tecnologie EcoBoost, come il turbocompressore, l’iniezione diretta, e i doppi alberi a camme indipendenti a fasatura variabile (Ti-VCT).
La Ford Focus EcoBoost 1.0 non porta a bordo solo i vantaggi di un motore innovativo ma anche tutta la dotazione tecnologica e i dispositivi di sicurezza che hanno reso la Focus un premiato punto di riferimento per il segmento. Euro NCAP ha infatti eletto la Focus auto “Best in Class” tra le family car compatte, a seguito degli eccellenti risultati dei crash test. La Focus si è aggiudicata cinque stelle e quattro riconoscimenti speciali Euro NCAP Advanced, un risultato mai raggiunto da nessuna auto destinata al grande pubblico, per le seguenti tecnologie: Driver Alert, che misura l’attenzione del guidatore e lo avvisa se rileva un calo di concentrazione sulla guida; Forward Alert, che grazie al radar di bordo controlla la strada e avvisa il guidatore in caso di possibile collisione; Active City Stop, che evita gli incidenti (o ne riduce i danni) alle basse velocità; Lane Keeping Aid, che avvisa il guidatore e lo assiste in caso di deviazione involontaria dalla corsia di marcia. (ore 19:00)