Kia cee’d, un altro salto in alto

Kia cee’d, un altro salto in alto

Vimercate – cee’d seconda generazione, quattro anni dopo. I ritmi e i cicli del mercato sono ineludibili. Ignorarli, non assecondarli non è consentito a nessun costruttore. Kia, brand rampante del mercato italiano (nel periodo gennaio-aprile è stato iscritto di diritto al “club dei 9” – nel quale ci sono anche la capogruppo Hyundai, Chevrolet, Dacia, Mini, Land Rover, Jeep, Jaguar e Lamborghini – che hanno registrato il segno + nel cimitero d’un mercato avvilente) non si è fatto sfuggire il momento del rinnovamento e propone la seconda generazione della cee’d, berlina di segmento C diventata dal 2007, anno del debutto,  punto di riferimento della gamma del costruttore sudcoreano che oggi si articola su una variegata tipologia di prodotti (Pìcanto segmento A; Rio segmento B; cee’d berlina e station segmento C; Venga monovolume; Soul, Sportage e Sorento suv).
Come la prima generazione la seconda di cee’d nasce in tutte le sue fasi in Europa per gli europei. L’unica concessione sudcoreana è costituita dagli approfondimenti dei test aerodinamici che vengono effettuati nella modernissima galleria del vento del Centro ricerche che la Kia ha a Namyang.
Il pool di designer di Francorte ha nella seconda generazione valorizzato le peculiarità principali della prima, senza rinnegarne gli stilemi, evidenziandoli e asservendoli per (ri)creare su un pianale completamente nuovo e con misure leggermente ritoccate (la lunghezza è cresciuta di 50 mm, 4 metri e 31, l’altezza è inferiore di 10 mm, 1 metro e 47, invariato il passo di metri 2,650, uno dei più lunghi fra le vetture del segmento C) una berlina più slanciata, muscolosa, visivamente più importante come una di segmento superiore. E non si tratta solo di percezione visiva esterna ma di trasferimento di benefici all’interno potendo ora la cee’d vantare un abitacolo ancora più comodo, confortevole, sicuro per i 5 passeggeri che può ospitare nel massimo della capienza, ed elegante (ad esempio: le modanature sono realizzate con finitura lucida nera piano black o color metallo anodizzato; la illuminazione a Led della console centrale e delle maniglie di apertura porte creano un ambiente elegante; i rivestimenti in tessuto dei sedili e dei pannelli sono in nero integrale e, a richiesta, è disponibile il rivestimento in pelle).
I motori sono versioni aggiornate di unità a 4 cilindri già apprezzate sulla gamma Kia, riveduti per garantire maggiore brillantezza, efficienza, affidabilità, economia di consumi e ridotte emissioni di CO2. Due benzina: 1.4 Mpi 16v 100 cv, 1.6 Gdi 16v 135 cv. Tre diesel: 1.4 Wgt 16v 90 cv, 1.6 Vgt 16v con 110 o 28 cv. I primi due anche in versione EcoDynamics, sistema che comprende start&stop Isg, alternatore a funzionamento “intelligente” Ams e pneumatici a basso attrito di rotolamento. Tutti abbinati a cambi manuali a 6 marce. Con il benzina 1.6 Gdi esordisce il nuovo automatico-sequenziale Dct 6 marce a doppia frizione sviluppato da Kia. Per il diesel 1.6 Vgt c’è l’automatico Cvvt anch’esso a 6 velocità.
Lo sterzo utilizza un sistema di servo assistenza elettrica e la nuova cee’d può anche essere equipaggiata con l’innovativo sistema Flex Steer col quale è possibile selezionare tre differenti modalità (comfort, normal e sport) che corrispondono ad altrettante tarature del livello di assistenza e di sensibilità al volante, per adattarle alle condizioni di marcia e al gusto individuale.
L’elenco dei dispositivi elettronici di assistenza alla guida comprende: il controllo di stabilità Esp, l’antibloccaggio Abs, il controllo di trazione Tcs, l’assistenza alla frenata Bas, l’anti-arretramento in salita Hac, la correzione attiva della stabilità Vsm e l’attivazione automatica delle luci di emergenza Ess. Sono disponibili anche le luci diurne a Led, l’impianto di climatizzazione bizona, i fari supplementari di curva e i proiettori Hid adattivi che seguono l’andamento stradale migliorando la visibilità nella guida notturna, lo Smart parking assist system che facilita le manovre di parcheggio utilizzando i sensori laterali e posteriori (lo sterzo viene azionato automaticamente dal computer di bordo e il pilota deve soltanto controllare l’acceleratore e il freno). Ampia l’offerta di equipaggiamenti high-tech che rende la vita a bordo di cee’d una esperienza di livello premium.
In Italia (porte aperte 19-20 maggio) allestimenti Active, Cool, Class e Platinum per una gamma di complessivi 12 allestimenti con prezzi compresi tra 16.400 e 23.850 euro. Ma nel periodo di lancio ci saranno prezzi promozionali compresi tra 14.900 e 22.350 euro. (ore 17:30)
ARGOMENTI CORRELATI
– Motori & cambi
– Tecnologia & equipaggiamenti
– Gamma & prezzi
– La pagella

– I perché di due successi

NO COMMENTS

Leave a Reply