Toyota Prius+…Prima full hybrid con 7 posti

Toyota Prius+…Prima full hybrid con 7 posti

Bratislava – Vere Prius. Un vero e proprio Primo. Ma dal momento che qui si scrive di auto. Prima. Prima europea 7 posti, Prima auto non Plug-in di Toyota ad utilizzare una batteria agli ioni di litio (sistema dentro il bracciolo che divide lo spazio pilota da quello passeggero per non togliere spazio al vano portabagagli ed alla terza fila di posti). Ma anche Prius quam primum. Al più presto. Dal 1997. Con tappe programmate e traguardi tagliati con puntualità. Toyota ha cominciato a percorrere la strada dell’ibrido e da allora ad oggi ha venduto nel mondo più di 4 milioni di unità  con Prius, la mamma di tutte le ibride con 2,6 milioni di unità. La più venduta.
Era tempo che la mamma non rimanesse solo, ed ecco Auris e più recentemente Yaris, ma soprattuto che partorisse per allargare la famiglia, ed ecco Prius+ in attesa a breve di Prius Plug-in.
Prius+, la monolume 7 posti affianca la berlina per realizzare una prima variante di offerta, ovviamente finalizzata da un target ben preciso di clientela, un’auto per famiglia anche numerosa in grado con una apprezzabile modularità, nella quale Toyota non è seconda a nessuna (Yaris Verso, la furgonetta della prima generazione purtroppo non più prodotta, docet) di soddisfare proprio questo tipo di utenza.
Il design esterno e interno della berlina è stato rivisitato in numerosi dettagli per conferire alla monolume la giusta caratterizzazione senza perdere di vista gli stilemi dell’auto originale che ormai costituiscono un’immagine inconfondibile. Che sia una Prius la Prius+ lo dimostra ampiamente. Le differenze si colgono nella griglia superiore e inferiore, nei gruppi ottici, nel paraurti anteriore, nella fiancata,nel portellone “delimitato” da fari  con modanature synergy blue, il colore blu delle decorazioni dei fari e dello stemma, il badget Hybrid sul parafango anteriore. All’interno la plancia con linee orizzontali accentuate, quadro strumenti in posizione rialzata e centrale, e tutti quei piccoli-grandi vani per stivare oggetti di dimensioni diversi che ad una monovolume che si rispetti non possono mancare.
Ovviamente i sette posti. Distribuiti su tre file (2-3-2). I 3 sedili della seconda fila sono scorrevoli, inclinabili e ribaltabili in modo indipendente, e come quelli della terza fila sono più alti di 4 centimetri e mezzo rispetto ai 2 della prima fila non solo per migliorare la visibilità dei passeggeri ma anche per garantire più ampio spazio alle gambe.
Il sistema full hybrid di Prius+ si avvale di un motore termico di 1.798 cc 4 cilindri 16v Vvt-i 99 cv che lavora in sintonia perfetta con un unità elettrica sincrona a magneti permanenti di 82 cv supportato da batteria agli ioni di litio che per la prima volta sostituisce  quella al nichel-metallo idruro. Insieme garantiscono all’Hybrid System Drive la potenza massima di  136 cv e sono abbinati al cambio E-Cvt a variazione continua e gestione elettronica. L’efficienza, le prestazioni e i consumi possono essere “governati” con tre diversi modalità di guida (Nornal, Eco e Power).
Prius+arriva in Italia in due allestimenti, Active e Lounge e prezzi chiavi in mano rispettivamente di  30.400 e 32.200 euro. Il primo ha già di serie 7 airbag, cla automatico, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, controlli elettronici della stabilità e della trazione, cruise control, sistema audio Toyota Touch iPod Ready con display da 6,1 pollici, 6 altoparlanti, Blueetoth e presa Aux in, luci diurne anteriori a Led, Smart entry e Start system. Lounge aggiunge tetto panoramico, Head up display, telecamera posteriore, fendinebbia e tendina parasole ai finestrini posteriori. Optional vernice metallizzata (500 euro) o perlata (750 euro), cerchi in lega da 17 pollici (450 euro).

ARGOMENTI CORRELATI
– Design
– Tecnologia Full Hybrid
– Dinamiche di guida
– Equipaggiamento Gamma Prezzi
– Pagella
 
CLICCA QUI PER IL VIDEO

NO COMMENTS

Leave a Reply