Nizza – Sarà la prima Maserati con trazione integrale Q4 per la versione da 410 cv, sarà la più veloce berlina di serie al mondo (307 km/h), la prima vettura del Tridente a proporre il fondo piatto, proprio per un ideale controllo dei flussi.
È la nuova ammiraglia Quattroporte, sesto modello nella storia del marchio a riproporre il nome storico. Rispetto alla generazione precedente è cresciuta nelle dimensioni (5,262 metri di lunghezza, cioè 20 cm in più, per 1,948 di larghezza e 1,481 di altezza, con passo di 3,171, il più lungo del segmento) però in bilancia il transatlantico di lusso d'asfalto accusa un dimagrimento di 100 kg grazie ai molti componenti in alluminio e al magnesio per la traversa della plancia.
<<L'abbiamo fatta ricca di charme e tecnologicamente perfetta per soddisfare i tradizionali nostri clienti e per conquistarne altri. Nuovi motori green che garantiscono un risparmio del 20% dei consumi rispetto all'attuale – ha sottolineato Harlad Wester, a.d. di Maserati – e che con il V8 percorre 100 km con 11,9 litri di benzina, con emissioni di C02 di 278 gr/km. La Quattroporte contribuisce al rilancio Maserati ed è il modello di maggior successo nella storia del Tridente: quando sarà prodotto prima di Natale l'ultimo esemplare della generazione attuale, la fabbrica di Modena ne avrà sfornite più di 24.000 dal 2003, anno del debutto a Francoforte. Si apre un nuovo capitolo per noi: dalle 6.200 unità vendute quest'anno punteremo a 50.000 esemplari nel 2015>>.
<<Entro due anni – ha anticipato Luca Dal Monte, PR Maserati – arriveranno la Ghibli, prima Maserati di segmento E, che affiancherà la Quattroporte negli impianti delle Officine Maserati Grugliasco e il suv Levante che potrebbe essere realizzato a Mirafiori. Nel 2015 toccherà a due sportive, una sostitutiva e una aggiuntiva rispetto all'attuale gamma>>.
Il propulsore V8 Twin Turbo di 3.8 cc 530 cv, 307 orari, 650 Nm, due turbocompressori, abbinato a una trasmissione automatica a 8 rapporti, è stato progettato da Maserati Powertrain e assemblato dalla Ferrari a Maranello. 0-100 orari in 4,7 secondi. Poi un motore V6 3 litri Twin Turbo da 410 cv. Quest'ultimo arriverà a marzo con la possibilità di venire abbinato ad un'altra grande novità, la trazione integrale Q4, che quando serve distribuisce alle ruote anteriori fino al 50% della coppia.
I prezzi delle due versioni saranno resi noti il 14 gennaio all'Auto Show di Detroit, dove la Quattroporte debutterà, ma dovrebbero aggirarsi attorno a 145.000 euro per il V8 e a 115.000 euro per il V6. E subito dopo arriverà nelle concessionarie europee prima di partire per le sfide globali: Usa, Cina, Australia, Emirati Arabi, Russia, Sud Africa.
<<Volevamo imprimere una forte connotazione di marca, rassicurante anche per le prossime vetture della gamma Maserati – ha riferito Lorenzo Ramacciotti, direttore del design Maserati (e di quello di tutto il Gruppo Fiat-Chrysler) -. È una berlina sportiva di razza e sfoggia armonia, purezza e dinamismo nelle sue linee. Abbiamo riproposto la calandra, i tre piccoli estrattori d'aria sul parafango anteriore, il montante triangolare del precedente modello, ma introducendo nuove soluzioni come la linea di fiancata che prosegue per tutta l'auto e la finestratura a tre luci con porte senza telaino>>.
Gli interni sono semplici, essenziali e comodi come salotti con tanto spazio davanti e dietro. Un abitacolo di grande classe, quasi rarefatto, con la plancia a tre livelli, strumentazione facile da usare. Largo impiego di materiali pregiati come legni, metalli, pelli anche Frau ma trattati artigianalmente.
L'equipaggiamento standard offre sedili anteriori riscaldati con regolazione elettrica a 12 posizioni, Active Cruise Control, climatizzatore super. Fra i sistemi di bordo il Maserati Touch Control con cui si gestiscono radio, navigatore, lettore dvd, Premium Surround System con 15 altoparlanti realizzato da Bowers & Wilkins.
VINCENZO BAJARDI