Praga – Il nuovo motore diesel 1.6 i-DTEC è stato appositamente pensato per il mercato europeo, per soddisfare la crescente richiesta di motori diesel a basse emissioni. Sarà prodotto esclusivamente per l'Europa, presso lo stabilimento di Swindon nel Regno Unito, accodandosi alla Civic 1.6 i-DTEC già lanciata a gennaio 2013.
Il trend di vendita dei suv diesel a due ruote motrici è cresciuto in Europa e ora rappresenta oltre un quarto del mercato totale dei suv compatti. In più, ad Honda un diesel 2WD ancora mancava. Presentata al Motor Show di Ginevra 2013, la CR-V 1.6 i-DTEC è disponibile in versione a due ruote motrici con cambio manuale e offre sia ottime prestazioni (300 Nm di coppia e 120 cv) sia basse emissioni di CO2 (119 g/km). Il lancio ufficiale avverrà al prossimo Salone di Francoforte, a settembre, momento in cui verrà comunicato il prezzo definitivo. In Italia arriverà ad ottobre, con il porte aperte del 19-20 ottobre.
La quarta generazione di CR-V si è focalizzata sul miglioramento della stabilità, sul comfort e sulle qualità di guida dinamica. La CR-V 1.6 i-DTEC trae vantaggio da tutte queste caratteristiche e l'introduzione del piccolo motore diesel abbinato al sistema a due ruote motrici porta ad una riduzione del peso (rispetto al motore 2.2 perde 47 kg) che permette maggior risparmio di carburante, una sterzata più leggera e migliore maneggevolezza.
La CR-V 1.6 i-DTEC possiede le stesse sospensioni anteriori McPherson e le sospensioni multi-link posteriori degli altri modelli CR-V. Gli ammortizzatori anteriori e le boccole posteriori sono stati perfezionati per aiutare a ridurre la sensazione di rollio della carrozzeria, mantenere la stabilità ad alta velocità e a migliorare il comfort di guida.
La CR-V 1.6 i-DTEC condivide anche le stesse barre antirollio anteriori e posteriori che riducono il rollio della carrozzeria in curva. Il diametro della barra antirollio anteriore rimane lo stesso (23 mm), mentre quello della solida barra posteriore è stato maggiorato di 1 mm (fino a 18 mm). La stabilità della convergenza (rigidità torsionale) del braccio posteriore è stata aumentata del 13% permettendo alla CR-V di rispondere prontamente alle sterzate.Per assicurare una guida reattiva e un ottimo controllo, e per massimizzare lo spazio bagagli, la CR-V 1.6 i-DTEC utilizza un sofisticato assale posteriore indipendente multi-link.
Il servosterzo elettrico adattivo (MA-EPS) è stato perfezionato. Questi perfezionamenti hanno consentito di ottenere una migliore manovrabilità con un incremento di feedback e risposta alle alte velocità. Il sistema funziona insieme al controllo stabilità vettura (VSA) di Honda per rilevare l'instabilità su manti stradali sdrucciolevoli e fornisce automaticamente input che spingono il conducente a sterzare nella direzione corretta.
Per la massima efficienza, il conducente può scegliere di premere il pulsante ECON sulla plancia per migliorare l'efficienza del sistema di climatizzazione, in base a condizioni come la temperatura e l'umidità, controllare il compressore e diminuire la tensione della ventola per un minore carico sul motore, riducendo il consumo di carburante.

Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.

NO COMMENTS

Leave a Reply