Sciacca – Per catturare il guidatore “urban” di oggi bisogna conquistarne l'anima. Kia ci prova con la nuova versione della Soul (e la sua promozione) più orientata all’idea (urban) crossover che, tutto sommato, è forse qualcosa che aveva con sé anche prima. Solo che non lo sapeva. Adesso però si è accorta che c’è qualcosa che non va. Che sta succedendo qualcosa. Ma #cosastasuccidendo?
No, non è un errore di battitura. È il claim/hasthtag della campagna promozionale social della Kia Soul con protagonista lo chef Joe Bastianich che nel suo italo-americano si esprime suscitando ilarità e sottolineando come alla nuova Kia Soul sia accaduto qualcosa. Semplicemente, è cambiata. Talmente tanto nello spirito che sembra esser nata oggi e non nel 2008.
La nuova generazione della Kia Soul è infatti totalmente nuova, con un design  rinnovato. La più importante innovazione sta però nell'adozione di una nuova piattaforma, derivata da quella dei recenti modelli della famiglia cee’d. Una piattaforma da segmento C e non più da B. Le dimensioni sono quindi leggermente aumentate: la lunghezza è cresciuta di 20 mm e arriva a 4,140 metri, il passo è cresciuto di 20 mm, fino a 2,570 m, mentre la carrozzeria è più larga di 15 mm, fino a 1,800 m, e 10 mm più bassa (1,606 m). Con le nuove dimensioni migliorano anche la spaziosità dell'abitacolo e l'accessibilità: l'apertura del portellone è più ampia di 60 mm e facilita le operazioni di carico del vano bagagli la cui capacità è cresciuta a 345 litri (+14 litri).
L’anima rinnovata della Soul, però, si nota meglio una volta messo piede a bordo. C’è più spazio a disposizione di guidatore e passeggeri e l’abitacolo è più raffinato, rivestito con materiali di pregio e meglio insonorizzato, tanto che la rumorosità in marcia è mediamente inferiore di 3 decibel (ma resta ugualmente un po’ alta).
Per un’esperienza più da crossover, la nuova Kia Soul si dota di equipaggiamenti nuovi che, a seconda della versione, comprendono le luci anteriori diurne a LED, le luci posteriori "ad aureola", i proiettori HID, l'apertura porte keyless con avviamento a pulsante, il climatizzatore automatico, il sistema audio Infinity Sound System, il You Tab (navigatore con schermo da 8 pollici e radio DAB digitale), il cruise control, retrovisori riscaldati e ripiegabili. A proiettare la nuova Soul verso vetture di categoria superiore ci sono poi i proiettori ad azionamento automatico (per la prima volta in Europa su una Kia) e il mantenimento della corsia durante la marcia (Lane Departure Warning System).
Da B-suv rinnovato, non poteva mancare un ampliamento delle possibilità di personalizzazione. La gamma iniziale offre 11 colorazioni per la carrozzeria con diverse soluzioni bicolore e arrivano i cerchi in lega da 18 pollici “Carbon Look”. Se ancora non fosse sufficiente, ci sono anche le ulteriori personalizzazioni Tatto You® Soul, ovvero cinque originali tinte per rendere ancora più unica la propria Soul.
La gamma motorizzazioni comprende il 1.6 litri GDI a iniezione diretta 132 cv e il 1.6 CRDi turbodiesel 128 cv, entrambi abbinabili ad un cambio manuale o automatico a 6 marce. A seguire arriverà la versione con motore ECO-GPL+ a iniezione diretta, lo stesso già presente sulla gamma Sportage. Tra settembre e ottobre, invece, dovrebbe arrivare la versione elettrica.
Per quanto riguarda i prezzi, la versione benzina ha un prezzo d’attacco di 18.500 euro, mentre la versione diesel parte da 21.000 euro. Il cambio automatico ha un costo aggiuntivo di 1.500 euro.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.