Balocco – Sin dagli inizi del XX secolo Fiat ha sempre saputo quanto fosse importante offrire ai consumatori veicoli commerciali efficienti. Lo ha fatto con un’offerta che andava dai cabinati ai furgoni e lo fa ancora oggi con una gamma praticamente sterminata, dalla Panda Van al Maxi Ducato, che abbraccia ogni tipo di esigenza e necessità, ogni tipo di volumetria e passo, lunghezza e altezza.
C’è un membro della famiglia Fiat Professional che più di tutti incontra i favori del pubblico. E si chiama Ducato. Dalla prima generazione di 33 anni fa, nel 1981, ne sono stati venduti 2,6 milioni in tutto il mondo. Oggi alla sesta evoluzione pronta al lancio sul mercato continua a ricoprire un ruolo di prim’ordine nel proprio segmento con il 2° posto in Europa e una quota del 20,1%.
Per continuare a giocare un ruolo da protagonista l’evoluzione del best seller di Fiat Professional introduce numerose novità per rispondere alle nuove esigenze dei clienti offrendo più tecnologia e più efficienza. Senza sottovalutare l’aspetto estetico.
Il nuovo Fiat Ducato, infatti, si presenta con un design che tutto lascia pensare tranne che ci troviamo di fronte a un veicolo commerciale. Il frontate è deciso e grintoso, più da berlina sportiva, con tanto di Cx prossimo a quello di una vettura compatta (0,31).È poi possibile personalizzare l’estetica con numerose soluzioni: due diversi colori per la calandra anteriore, lo “skid-plate” che arricchisce la parte inferiore del paraurti, nuovi proiettori con DRL integrate (a richiesta con tecnologia LED) e nuovi cerchi in lega leggera da 16”.
All’interno il nuovo Ducato propone tre ambienti (Classic, Techno e Lounge) con livelli crescenti di raffinatezza, caratterizzati da nuovi sedili con rivestimento in tessuto antimacchia e dal nuovo porta-bicchieri integrato nella console centrale. Primo nel proprio segmento, il nuovo Ducato si dota del supporto multifunzionale disponibile al centro di tutte le plance in gamma e utilizzabile con tutti i device quali smartphone e tablet oltre ai tradizionali block-notes.
Oggi più che mai il nuovo Ducato si rivolge a un mercato globale e per essere in grado di rispondere a una grande varietà di missioni migliora robustezza e affidabilità grazie a specifici rinforzi sulla scocca e sulle porte, ai nuovi sistemi frenanti che incrementano durata e prestazioni, ai miglioramenti apportati alla durata delle sospensioni e della frizione e ad una nuova ed esclusiva vernice bianca che mantiene inalterata la qualità nel tempo. Lavorando su materiali e componenti si è riusciti a bilanciare l'aumento di peso, causato dai rinforzi della scocca, riducendo il peso a vuoto fino a 20 kg in meno sui cabinati. Inoltre, grazie alle speciali sospensioni posteriori in materiale composito si è ottenuto un ulteriore riduzione di peso di 15 chili.
A contribuire all’efficienza la rinnovata gamma di propulsori Multijet (Euro 5+): il 2.0 115 cv con cambio a 5 marce, il 2.3 130 cv con cambio a 6 marce, il 2.3 150 cv (cambio a 6 marce) e il 3.0 180 cv (cambio a 6 marce). A inizio 2015 sarà disponibile il 3 litri Natural Power (Euro 6) da 140 cv a doppia alimentazione metano/benzina.
Per ridurre ulteriormente i consumi il Nuovo Ducato adotta altre tre tecnologie: il cambio automatizzatoComfort-matic (disponibile sui motori 2.3 e 3.0 litri) che offre fino al 5% di risparmio di carburante e maggiore comfort; lo Start & Stop(disponibile sui motori 2.3 130 e 150 cv); e il nuovo Gear Shift Indicator che suggerisce il cambio marcia.
Gia disponibile sul mercato il prezzo del nuovo Fiat Ducato parte da 22.300 euro. Le infinite possibilità di combinazioni, per circa oltre 10.000 versioni diverse, fanno lievitare il prezzo massimo oltre i 30.000 euro.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.