Balocco – Inizia in Italia la commercializzazione di Giulietta e MiTo “Quadrifoglio Verde”, due modelli che rendono omaggio al simbolo che dal 1923 identifica le più performanti auto firmate Alfa Romeo. La prima Quadrifoglio fu la RL di Ugo Sivocci, che vinse la XIV edizione della Targa Florio nel 1923. Da allora, tutte le Alfa da competizione furono contraddistinte da questo emblema portafortuna, lo stesso che a partire dagli anni Sessanta caratterizzò alcune Alfa Romeo di produzione.
Le due nuove versioni Quadrifoglio Verde s'inseriscono quindi nella tradizione delle migliori Alfa Romeo. Come la 4C, modello da cui ereditano alcune tecnologie e spunti.
 
GIULIETTA QUADRIFOGLIO VERDE
Rispetto alle altre versioni in gamma, la Giulietta QV si distingue per un look deciso e per una motorizzazione esclusiva ereditata dalla supercar 4C: il 1750 turbo benzina con iniezione diretta e basamento in alluminio da 240 cv, abbinato al cambio 6 marce a doppia frizione a secco “Alfa TCT”.
Peculiarità del cambio è il sistema Launch Control per la gestione delle partenze da fermo: schiacciando contemporaneamente il freno e l'acceleratore fino a fondo corsa e premendo il paddle alla sinistra del volante, la centralina attiva il Launch Control. Appena viene rilasciato il freno, il sistema interviene su cambio, controllo di trazione e potenza, in modo da massimizzare l'accelerazione.
Così equipaggiata, la Giulietta Quadrifoglio Verde supera i 240 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 6,0 secondi. Il tempo è realmente raggiungibile anche da piloti meno esperti, grazie proprio all’aiuto del Launch Control.
All’esterno, la nuova vettura si contraddistingue per un assetto sportivo e dal leggendario “Quadrifoglio Verde” posto sulla fiancata, vicino all’indicatore di direzione. Per una maggiore esaltazione del look è disponibile un trattamento sportivo in antracite lucido per le calotte degli specchi, le maniglie delle porte, la griglia frontale e le cornici dei fendinebbia.
Il look aggressivo è accentuato dai grandi terminali di scarico specifici e dai cerchi in lega da 17” o 18’’ dietro ai quali si nota l’impianto frenante Brembo con pinze freno rosse fisse a 4 pistoni e dischi maggiorati anteriori di 320 millimetri.
All’interno, spicca l’ambiente sportivo con il nuovo quadro strumenti specifico con logo QV e con i nuovi sedili sportivi avvolgenti con appoggiatesta integrato. Sempre di serie il nuovo volante sagomato con rivestimento in pelle e cuciture bianche (o rosse) a contrasto.
L’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde viene proposta al prezzo di 34.250 euro. In occasione del lancio della nuova versione, Alfa Romeo ha deciso di proporre anche una serie speciale “Launch Edition”, prodotta in 999 unità e al prezzo di 38.750 euro, che sarà contraddistinta da contenuti specifici quali spoiler e calotte degli specchi in carbonio, DAM anteriori, posteriori e minigonne laterali sportivi, e cerchi in lega da 18” a 5 fori con trattamento antracite lucido.
Contemporaneamente al lancio della versione Quadrifoglio Verde, la gamma Giulietta si arricchisce del Pack “QV Line”, che rende disponibile lo spirito del Quadrifoglio Verde anche sugli allestimenti Distinctive ed Exclusive equipaggiati con le altre motorizzazioni in gamma (ad accezione del 1.4 TB da 105 cv e il 1.4 TB GPL da 120 cv).
 
MITO QUADRIFOGLIO VERDE
Anche la MiTo Quadrifoglio Verde si contraddistingue per un look sportivo grazie allo spoiler posteriore, al paraurti sportivo con estrattore e al nuovo trattamento brunito che caratterizza le calotte degli specchi, la griglia frontale, le maniglie delle porte, la cornice dei fari anteriori e posteriori e i cerchi in lega da 17”.
Cuore della MiTo QV è il 1.4 Multiair turbobenzina che sviluppa 170 cv a 5.500 giri/min e una coppia di 230 Nm a 2.500 giri/min abbinato al cambio 6 marce a doppia frizione a secco Alfa TCT.  La versione più sportiva della MiTo regala così una velocità massima di 219 km/h e un’accelerazione 0-100 km/h in 7,3 secondi.
A richiesta è possibile dotare la propria Quadrifoglio Verde dei sedili Sabelt con schienale in fibra di carbonio realizzato in tecnologia RTM (Resin Transfer Moulding) che consente di coniugare elevata resistenza meccanica con ridotti ingombri e leggerezza.
Il prezzo per la versione più sportive della piccola Alfa è di 23.500 euro. Ispirato alla nuova versione Quadrifoglio Verde, come Giulietta anche MiTo si dota del Pack “QV Line”, esclusivo dell’allestimento Distinctive e disponibile con tutte le motorizzazioni ad eccezione del 1.4 70 cv.
Contraddistinta dal badge esterno, la MiTo QV Line propone il paraurti posteriore sportivo e il trattamento brunito per griglia frontale, maniglie delle porte, cerchi in lega da 17” e cornici dei gruppi ottici anteriori e posteriori. Inoltre, include il nuovo volante rivestito in pelle nera con cuciture bianche a contrasto e il rivestimento in pelle nera sia per il freno di stazionamento (con cuciture bianche) sia per il pomello e la cuffia del cambio (con cuciture bianche e verdi).

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.