Santa Margherita di Pula (CA), Provaci ancora Mazda… A tre anni dal lancio del suo modello a tutt’oggi più venduto in Europa, la Casa automobilistica nipponica sceglie la strada del “face lift” per infondere nuovo smalto alla sua Mazda 3. Per presentarla sceglie la Sardegna, Cagliari nello specifico, sintesi di quanto la versione 2006 del modello vuole esprimere: un mix di moderna tecnologia e tradizione sapientemente amalgamati. Poche le novità nelle linee, varia leggermente la mascherina anteriore (su cui campeggia il logo Mazda ora più grande), al posteriore i gruppi ottici acquistano nuove cornici nere, i cerchi in lega cambiano design. All’interno nuovo il cruscotto e i materiali utilizzati per la consolle (due nuovi schemi di colori della plancia a seconda della versione e dei mercati), interni di colore grigio o nero rendono a seconda se si desideri una vettura più elegante o più sportiva. Tre gli allestimenti, tutti nuovi: Hot, Acive e Energi. Quanto alla meccanica le modifiche hanno riguardato le sospensioni (rafforzati i cerchi delle ruote e aggiunti ammortizzatori dinamici alla traversa delle posteriori di tipo Multi-link) e l’aggiunta di un materiale isolante nel cofano e nel tetto per migliorarne il comfort acustico, che, vi assicuriamo, è davvero perfetto anche nella versione diesel. In termini di sicurezza la già dotata Mazda 3 si arricchisce di Esp e Dsr (digital service recorder) di serie e di piantone dello sterzo ridisegnato e rivestito di materiali morbidi ad alto assorbimento di energia. Fra gli optional è disponibile un sistema avanzato di accesso ed avviamento mediante smart card, con apertura e chiusura centralizzata di tutti i finestrini. Sul 2.0 benzina e sul 1.6 turbodiesel è ora presente anche il cruise control. La vettura è dotata di un impianto stereo d’alto livello con 7 altoparlanti della Bose con amplificatore digitale da 22 wat, messo a punto sulle specifiche dei nuovi tessuti e materiali posti nella vettura, in alternativa è disponibile un lettore Cd, radio Am/Fme un disco fisso da 20 Gb con 3.000 tracce di canzoni memorizzabili. Nel tunnel centrale trova collocazione un portabibite e un comodo vano portaoggetti. Una sola notazione al proposito: nell’alloggiamento previsto è meglio collocare solo bottigliette da 25 cl, altrimenti si rischia di venire intralciati nel cambio di marcia. La gamma si arricchisce di due nuovi propulsori, un 1.4 GE benzina da 84 cv con fasatura a valvole, basata sulla S-VT già esistente, e un diesel 1.6 DE. I due motori vanno ad aggiungersi ai già noti 1.6 Turbodiesel Fap da 109 cv, al popolare 1.6 S-VT benzina da 105 cv e coppia massima di 145 Nm a 4.000 giri e allo sprintoso 2.0 benzina da 150 cv e 187 Nm a 4.000 giri, arricchito con fasatura sequenziale S-VT, cambio manuale a 6 marce e acceleratore elettronico di nuova adozione. Questo è stato il modello che abbiamo provato dall’aeroporto Cagliari Elmas fino al Forte Village Resort di Santa Margherta di Pula (CA). In un secondo test drive lungo la costa meridionale dell’isola abbiamo poi avuto modo di apprezzare la stabilità e la reattività del 1.6 turbodiesel Fap da 109 cv versione Energi. Un silenziosissimo e confortevole salotto su 4 ruote disponibile da settembre (ma visibile già da luglio nelle concessionarie) con una forbice di prezzo che dovrebbe attestarsi fra i 15 e i 23 mila euro. La pagella di Automotonews. design 7,5 ergonomia 8 posto guida 8 plancia e comandi 7 strumentazione 8 climatizzazione 7,5 visibilità 8 finitura 8 equipaggiamento 8 abitabilità 9 comfort 9 bagagliaio 8 motore 8 accelerazione 8 ripresa 8 cambio 8 sterzo 8,5 freni 8,5 tenuta di strada 9 stabilità 9 sicurezza attiva e passiva 8 consumo 8