Lisekil, Ambientazione in puro stile spy story quella scelta da Saab per il lancio della nuova gamma 9-3 Sport Sedan, SportHatch e Cabrio. All’interno dell’aeroporto di Save, infatti, si trova quella che negli Anni’50 era una base supersegreta utilizzata come magazzino aereo sotterraneo. Un luogo più che sicuro per “celare agli occhi dei curiosi” le vetture, ma quando si parla di sicurezza, Saab la sa davvero lunga… Là, dietro due porte da 90 tonnellate ciascuna, spalancatesi magicamente come al suono di un abracadabra, si sono presentate in tutto il loro splendore le nuove vetture della linea Saab. Il colpo d’occhio è stato davvero suggestivo: alla luce fioca dell’illuminazione scelta dagli organizzatori risplendeva l’intera gamma 9-3 che era ancor più messa in evidenza grazie all’innovativo led a “sopraciglio” che domina i fari anteriori. A completare la suggestiva immagine mancava solo la voce fuori campo che sollecitasse ad abbandonare la base… Niente di sconvolgente nelle nuove linee della gamma 9-3, design ancora una volta di chiara matrice scandinava con linee pulite e rese ancora più scevre da inutili fronzoli. Una gamma, insomma, che ha lo scopo dichiarato di innovarsi rimanendo fedele alla tradizione Saab. Il cambiamento più evidente è nel frontale chiaramente ispirato al design dell’apprezzatissimo (23 copertine di riviste specializzate l’hanno avuta come protagonista assoluta) prototipo Aero X con la mascherina a tre aperture molto pronunciate e un cofano semiavvolgente che crea una linea di saldatura attorno al frontale della vettura e contribuisce a dare una impressione di maggiore larghezza e solidità. La nuova Saab 9-3 è una vettura dal doppio volto: familiare e quasi “tenera” di giorno grazie al suo “muso” gentile creato dal raggruppamento centrale delle tre griglie e ai fari dalla coda allungata (disponibili nella versione Bi Xeno rotante che segue l’andamento della strada e al superamento dei 110 Km/h mettono in azione automaticamente gli abbaglianti) che ne ingentiliscono l’anteriore e che la fanno somigliare ad un simpatico animaletto d’acciaio che in molti vorranno possedere, di sera l’auto si trasforma in una creatura sportiva ed aggressiva grazie alle luci di posizione a “sopracciglio” integrate sopra i fari che contribuiscono ad incattivirne l’aspetto e la rendono simile ad un felino aggraziato pronto a divorare l’asfalto. L’impressione di sinuosità aumenta quando si osserva la sua linea filante: il profilo dal quale è stato eliminato ogni particolare che non fosse in tinta con la carrozzeria, ogni modanatura o particolare ritenuto “un di più”, è un chiaro esempio di come la purezza delle forme esalti l’eleganza dei contenuti. Anche per il posteriore si è optato per la semplicità con pochi elementi decorativi e nuovi gruppi ottici che avvicinano tutte le versioni alla Sport Sedan. Il logo Saab è stato ora inserito nella parte bassa della carrozzeria e incorniaciato in una finitura d’alluminio. Sulla versione Aero paraurti anteriore e posteriore sono ancor più “cattivi” grazie a prese d’aria particolarmente pronunciate sul davanti (d’ispirazione aeronautica) e a un doppio terminale di scarico che esprime visivamente le potenzialità di questo modello. Ritocchi all’insegna dell’eleganza all’interno dove trova spazio la plancia, non più grigia ma di colore nero, estremamente lineare con tre indicatori circolari intergrati dietro al volante e l’impianto audio posto in posizione centrale. Sedili ancora più avvolgenti in morbida pelle (disponibile in tre tonalità) completano il quadro d’insieme. Una piacevole novità è l’adozione del nuovo sistema audio Bose Surround Sound studiato per conformarsi all’acustica offerta da Saab 9-3 e che comprende due altoparlanti integrati nelle portiere posteriori nelle versioni Sport Sedan e SportHatch. Amplissima la gamma di motorizzazioni trifuell disponibile che comprende alimentazione a benzina, gas e bioetanolo. Quest’ultimo è un carburante al 100% naturale ricavato dall

NO COMMENTS

Leave a Reply