Palm Springs, L’Opel GT, sportiva a trazione posteriore, suscita grandi emozioni sin dal primo impatto grazie ad un sofisticato motore turbo ad iniezione diretta di benzina da 264 cv, lo stesso dell’Astra OPC, da 0 a 100 orari in meno di 6 secondi, 230 orari. La nuova GT esprime la passione della marca tedesca del Gruppo General Motors per le auto sportive e la convinzione che «Opel non è mai stata giovane come oggi». L’Opel, dunque, sulle strade della California come recitava un motivetto canoro negli Anni Sessanta. E di quei mitici Anni Sessanta riprende dalla Chevrolet Corvette la forma a coda di bottiglia con fianchi e spalle larghe abbinate ad una vita stretta e ad una coda decisamente stretta. Se la GT originale aveva un «cappello» in lamiera, quella attuale è un roadster molto incisivo ed aggressivo con due posti secchi. Con la nuova generazione GT, un roadster lungo 4,1 metri, Opel ha innestato la quinta. Interessante per il nostro mercato, il prezzo è di 29.900 euro. Ne arriveranno, in marzo, solo 300 unità ed andranno a ruba visto il prezzo decisamente interessante. Dal 2008 la disponibilità sarà di un migliaio di esemplari hanno anticipato i responsabili del marchio. In un test di 350 km attraverso il deserto del sud della California, su per i passi della Sierra, il roadster GT ha confermato la validità del progetto ingegneristico che, negli USA, ha dato vita a Pontiac Solstice e Saturn Sky, ed ulteriormente affinato per realizzarla. Si guida in assoluta sicurezza anche quando si esagera (ma qui non era proprio il caso visto che i Patrols non scherzano per niente). L’accelerazione dichiarata è meno di 6” nel classico 0-100kmh, la velocità massima supera i 230 kmh, con una notevole ripresa anche in quinta e sulle rampe del passo di San Bernardino, a 1800 metri di altitudine. Sorpassi facili, stabilità, tenuta e immediatezza di risposta allo sterzo nelle variazioni di traiettoria. Insomma un bel divertimento, una guida che ricorda a volte quello del go-kart. L’assetto è neutro ed esente da reazioni estemporanee che, quando si sono manifestate a causa del fondo stradale irregolare, sono state recuperate nel migliore dei modi. Calza gomme 245/45-18, sedili che ben trattengono in curva, sospensioni adeguate al lavoro del telaio. Da evidenziare anche la capote in tessuto multistrato, che assicura un comfort termico ed acustico, lasciando fuori spifferi e vortici d’aria. Interno curato nei dettagli con intonazione sportiva-pistaiola. La pagella di Automotonews. design 8 ergonomia 9 posto guida 9 plancia e comandi 9 strumentazione 9,5 climatizzazione 8 visibilità 7,5 finiture 8,5 equipaggiamento 8 abitabilità 8 comfort 8 bagagliaio 8 motore 9 accelerazione 9 ripresa 9 cambio 9 sterzo 9 freni 9 tenuta di strada 9,5 stabilità 8,5 sicurezza attiva e passiva 9 consumo 7