Milano – Puritalia Automobili nasce nel 2011 su iniziativa di Paolo Parente, con l’ambizioso obiettivo di progettare e produrre auto sportive di nicchia in piccola serie basate su design tipicamente italiano e costruite rigorosamente a mano con tecniche e qualità artigianale. Modelli esclusivi di fattura artigianale improntati sulla semplicità costruttiva e purezza delle sensazioni di guida. Lo stile della 427 è stato affidato al giovane designer Fabio Ferrante, Italiano da sempre ma da pochi anni trasferitosi a Brooklyn che è riuscito con la sua matita a mescolare storia, fascino, passione ed entusiasmo, riuscendo a ricreare le linee classiche della iconiche roadsters americane degli anni 60, riviste in chiave moderna ed impreziosite dal gusto e dalla cura dello stile tipicamente italiano. Una roadster due posti potente e leggera che rinnova un prestigioso passato e mira ad esaltare le pure sensazioni di guida su strada.
La realizzazione del primo prototipo della 427 ha richiesto due anni e mezzo di lavoro ed è il frutto del duro impegno di un ristretto gruppo di designers, ingegneri, tecnici e fornitori altamente specializzati che con grande dedizione, passione e competenza hanno portato a termine l’arduo compito di ideare e costruire una nuova autovettura partendo da zero. L’azienda ha in programma di continuare nel 2015 con le attività di progettazione, industrializzazione, testing ed omologazione europea della 427, mediante la realizzazione di ulteriori esemplari pre-serie che saranno utilizzati
parallelamente per roadshow e partecipazione ad eventi promozionali in Europa, Usa e Middle East. Sono attualmente in corso accordi con partners strategici ed investitori internazionali interessati al progetto.
Il progetto prevede l’avvio della produzione della 427 nel 2016. La produzione sarà rigorosamente limitata a 427 esemplari, di cui 250 destinati esclusivamente ai mercati extra Cee, al termine dei quali l’azienda si impegna a distruggere gli stampi e le attrezzature specifiche di produzione, ad eccezione di quanto necessario per garantire assistenza e pezzi di ricambio.
Prezzi di riferimento per la versione base da 180.000 euro tasse locali a seconda del paese di destinazione. L’azienda ha deciso di premiare con una serie iniziale ed esclusiva di esemplari, che sarà denominata “Launch Edition”, i 35 clienti che, se pur non avendola ancora vista dal vivo, hanno già manifestato il concreto interesse all’acquisto della 427, dimostrando un apprezzato interesse e sostegno nel progetto.
Paolo Parente, Ceo e fondatore ha commentato: <<Abbiamo deciso di disegnare e realizzare la 427 semplicemente perché non esiste un’auto simile. E’ un’auto diversa: nel design, nello stile, nella maniera in cui e’ stata concepita e nella maniera in cui sarà costruita. Non abbiamo utilizzato soluzioni rivoluzionarie o materiali esotici. Perché è nella semplicità che la 427 mostra tutta la sua ricercatezza. Tanta potenza, tantissima. Messa a disposizione del guidatore per esaltare la sua esperienza di guida, non il tempo su pista. Un oggetto esclusivo da possedere, pensato per chi, come noi, ama ancora il piacere di guidare la propria auto e non farsi guidare da lei. Realizzare la prima 427 è stata una vera sfida. E’ un’auto che ho amato ma che a momenti ho anche profondamente odiato. Questa esperienza mi ha insegnato che quando la passione si unisce alle competenze, alla perseveranza ed all’umiltà di voler sempre migliorare ed imparare dai propri errori, anche i progetti più ambiziosi possono diventare realtà. Il prodotto finito che oggi potrete vedere, e spero apprezzare, dal vivo è superiore alle mie più rosee aspettative. La qualità e la cura artigianale rende questa prima vettura, se pur sia ancora un prototipo, già superiore a molte auto di serie. Sono sicuro che il prodotto migliorerà ancora durante la realizzazione delle prossime vetture. Vogliamo che il primo esemplare che la Puritalia Automobili consegnerà al suo primo cliente sia davvero all’altezza delle sue e delle nostre aspettative. Da domani ritorneremo a lavorare proprio su questo, ancora più motivati e decisi a proseguire con rinnovata energia e passione verso le prossime entusiasmanti tappe del nostro programma. Ricordo che quando abbiamo iniziato questo viaggio, quasi tutti pensavano che non ce l’avremo fatta ad arrivare dove siamo arrivati oggi; ci sono centinaia di progetti e concept di auto rimasti esclusivamente su carta. Perché proprio noi avremmo potuto andare avanti ? Cosa avevamo di diverso ? Oggi molti si saranno ricreduti ma probabilmente ci sarà ancora qualcuno che nutre dubbi sulla possibilità di continuare e di sopravvivere in un settore altamente competitivo ed in un contesto economico non propriamente favorevole. A questi do ancora una volta appuntamento tra qualche anno. Ho sempre preferito parlare con i fatti anziché con le parole>>.