RC Auto, -9,4% in sei mesi per il costo di una polizza auto

L’analisi è il risultato di un monitoraggio dei prezzi praticati dalle compagnie assicurative italiane e dei preventivi degli utenti. Sempre netto il divario tra Nord e Sud.

RC Auto, -9,4% in sei mesi per il costo di una polizza auto

La primavera è ormai alle porte e per gli automobilisti italiani si prevede… cielo sereno e privo di perturbazioni. Secondo le rilevazioni dell’Osservatorio RC Auto di Facile.it e Assicurazione.it, infatti, il costo di una polizza auto a febbraio è stato pari a 586,46 euro, in contrazione del 9,4% nell’ultimo semestre e del 17,4% in un anno.

L’analisi è il risultato di un monitoraggio dei prezzi praticati dalle compagnie assicurative italiane e dei preventivi degli utenti.

I cali si riflettono su tutti e tre i “profili tipo” analizzati. Per il primo – un automobilista di 40 anni che vanta la prima classe di merito – assicurare un’automobile a febbraio 2015 è costato 317,25 euro, -6,4% rispetto a tre mesi fa (a novembre servivano 337,70 euro).

Se ci spostiamo all’analisi del secondo profilo – donna di 35 anni che guida in quarta classe di merito – il premio medio registrato in Italia a febbraio è stato di 352,22 euro, -3,7% nell’ultimo trimestre. Più forte il calo per i giovani neopatentati (in quattordicesima classe) che recuperano dall’ultima rilevazione che li vedeva penalizzati da un aumento dei premi (+3,3% nel semestre): nel loro caso si è registrata una riduzione dei prezzi del 4,3% e per assicurare l’auto a febbraio sono serviti 1.453,63 euro.

“L’inizio dell’anno è stato caratterizzato da una forte riduzione del costo delle polizze Rc auto, anche perché le compagnie cercano sempre più di studiare nuovi prodotti che rispondano alle esigenze di ogni assicurato e il regime di concorrenza che si è stabilito in Italia incoraggia senz’altro a promuovere tariffe piuttosto competitive”, Mauro Giacobbe, a.d. Facile.it.

Per quanto riguarda le garanzie accessorie, cioè quelle che coprono i danni normalmente non contemplati dall’Rc auto, la più richiesta resta l’assistenza stradale, anche se c’è stato un calo: a febbraio questa opzione è stata scelta dal 28,46% degli italiani che hanno richiesto un preventivo (era il 34,44% a novembre 2014). Seguono sul podio la infortuni conducenti, scelta dal 27,99% degli utenti, e la tutela legale, con il 15,32% delle preferenze.

Nonostante gli ultimi dati parlino di un calo del numero dei furti d’auto in Italia, è raddoppiato in tre mesi il numero degli italiani che vorrebbe la polizza di furto e incendio, scelta dal 13,16% di chi ha richiesto un preventivo (era il 6,99% a novembre 2014). Stessa crescita per la richiesta di copertura cristalli, raddoppiata nel giro di tre mesi.

Analizzando le singole regioni, rimane netto il divario tra Nord e Sud. La Campania è sempre la regione dove per assicurare l’auto si deve pagare di più: quasi 1.050 euro che, però, sono oltre il 20% in meno del premio medio di sei mesi fa. Seguono Puglia (796,75 euro) e Calabria (769,05 euro).

Si confermano le regioni più convenienti per chi deve assicurare un’auto la Valle d’Aosta con premi medi pari a 390,39 euro, il Friuli Venezia Giulia (402,71 euro) e il Trentino Alto Adige (421 euro).

SHARE
Melina Famà
23 anni, siciliana doc e amante di scarpe, borse e buon cibo. Laureata in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, si avvicina al mondo dei motori grazie al fidanzato, che la istruisce quasi come un maschiaccio. Gattara nell'animo, è admin di @igers_messina.