Milano – Il premio RcAuto medio in Italia ad agosto è stato di 630,51 euro, con una variazione del -8,60% rispetto a sei mesi prima (689,87 euro) e del -13,71% rispetto allo stesso mese del 2013 (730,71 euro). Il dato proviene da Facile.it in collaborazione con Assicurazione.it.
Lo studio ha monitorato i prezzi offerti dalle compagnie assicurative e le caratteristiche dei preventivi compilati dagli utenti per scoprire comportamenti, caratteristiche e tariffe medie.
L’indagine ha preso in considerazione tre profili “tipo”, a cui corrispondono classe di merito ed età differenti. Per il primo profilo – relativo ad un guidatore di 40 anni in prima classe di merito – l’assicurazione auto media ad agosto è stata di 329,55 euro, con un calo del 4,2% rispetto a tre mesi prima. Va meglio per il secondo profilo – una donna di 35 anni in quarta classe di merito – il premio medio in Italia registrato nel mese di agosto è stato di 359,37 euro, con una contrazione trimestrale pari all’11,5%. Variazione più contenuta nel caso del terzo profilo – un giovane neopatentato in quattordicesima classe – a cui corrisponde nel mese di agosto 2014 un premio medio di circa 1.420,67 euro (solo -3,4% in tre mesi).
<<I numeri del nostro Osservatorio mostrano il progressivo calo dei premi RC auto in Italiaafferma Mauro Giacobbe, amministratore delegato di Facile.itQuesta contrazione potrebbe aumentare ancora con un maggior ricorso alla comparazione delle tariffe proposte dalle compagnie. Già adesso, secondo i nostri dati, scegliendo la polizza assicurativa più conveniente tra le diverse offerte presenti sul mercato, ad agosto il risparmio medio possibile è arrivato al 68%>>.
Per quel che concerne le garanzie accessorie, vale a dire quelle che tutelano in caso di eventi non coperti dalla normale RC auto, la più scelta nel mese di agosto è stata la “infortuni conducente”, richiesta dal 32,07% degli utenti che hanno calcolato un preventivo. Segue, con il 31,52%, l’assistenza stradale e, con il 18,01%, la tutela legale. La classe di merito più ricorrente è la prima: si dichiarano “virtuosi” ben il 46,46% degli italiani che calcolano la loro polizza. Il dato è, chiaramente, frutto anche del ricorso alla legge Bersani, che consente a neopatentati di acquisire la classe di merito di uno dei genitori conviventi.
Ma cosa varia a livello regionale? Dal punto di vista dei prezzi, nessuna sorpresa. Le regioni in cui il premio medio pagato per l’assicurazione auto è più alto in assoluto sono la Campania (1.169,40 euro), la Puglia (1.022,11 euro) e la Calabria (929,15), tutte con premi che doppiano le Regioni con i valori più bassi, vale a dire Valle d’Aosta (438,20) e Friuli Venezia Giulia (446,41). Rispetto ad agosto 2013, le regioni che hanno registrato i cali più consistenti, invece, sono state Marche (-18,35%), Puglia (-18,33%) e Toscana (-18,07%).

SHARE
Elettra Cortimiglia
Generazione ‘95, è amante della musica, in particolare dei Linkin Park. Conosce il mondo dei motori perché si ritrova in famiglia due giornalisti d’auto. Per la serie: non c’è 2 senza 3! Gestisce una bellissima pagina Facebook dedicata ai Linkin Park e al vocalist della band.