Sono passati più di quarant’anni dal giorno in cui Mercedes scelse Roma come sede della propria filiale italiana. E ancora una volta, la Casa di Stoccarda sceglie la Capitale per guardare al futuro. In un momento storico in cui molte grandi aziende lasciano la città eterna, Mercedes resta invece a Roma, inaugurando il nuovo headquarter italiano di via Giulio Vincenzo Bona. Uno degli edifici più innovativi e all’avanguardia a livello nazionale, che adotta soluzioni di eccellenza in termini di sostenibilità ambientale e design, e che ottiene il 40% dell’energia da utilizzare da differenti soluzioni di recupero e da fonti rinnovabili.

“Ci spostiamo solo di pochi metri, in uno degli edifici più innovativi non solo della regione ma anche a livello nazionale, che fissa nuovi standard in termini di efficienza energetica e qualità dell’ambiente lavorativo. Abbiamo le persone migliori nel ‘best place to work’, ospitato nella città più bella del mondo”.

Marco Reas, CFO di Mercedes-Benz Italia.

Roma è sempre stata strategica per Mercedes, soprattutto con smart: dal servizio di carsharing car2go al debutto di mytaxi, passando per il successo proprio della smart, che a Roma ha trovato la sua città di adozione (la prima al mondo per vendite). Adesso Roma si candida a diventare la prima “electric city” italiana, visto e considerato che entro il 2020 l’intera gamma smart sarà solo elettrica e inizieranno ad arrivare i primi modelli elettrici di Mercedes della famiglia EQ.

“Sono felice di iniziare la mia esperienza in Italia in una nuova sede che rappresenta il futuro di questa azienda. Roma è una città in cui vogliamo continuare ad investire, offrendo il nostro contributo nello sviluppo di un ecosistema di mobilità realmente sostenibile, sempre più connessa, autonoma, condivisa ed elettrica”.

Marcel Guerry, presidente di Mercedes-Benz Italia.