C’era un’epoca in cui l’auto di proprietà era l’unica opzione possibile per avere un mezzo con cui spostarsi. Oggi il mondo della mobilità sta cambiando radicalmente, promuovendo una nuova mentalità e favorendo l’accesso all’auto quando serve. Secondo una recente ricerca commissionata da Legambiente, in un anno la percentuale di chi utilizza il “mezzo privato” in Italia è calata passando dal 92% all’87%.

Una forte spinta viene dalla grande diffusione delle forme di mobilità alternativa – car sharing e car pooling su tutte – che stanno prendendo sempre più piede nelle nostre città. In quest’ottica, una formula molto innovativa è Ricaricar, la soluzione lanciata da ALD Automotive e disponibile su Hurry che permette di avere un’auto nuova pagandola solo per i km percorsi.

Come funziona?

Basta scegliere un taglio chilometrico mensile in base alle proprie abitudini e abbinarlo al mezzo più adatto alle proprie esigenze. Ad esempio, si può scegliere tra auto, moto e minicar e associare 300, 500 o 800 km al mese, con la possibilità di ricaricare in qualsiasi momento se si ha bisogno di km extra. In sostanza, si tratta di un’auto a consumo ma a uso esclusivo e senza alcun pensiero: i prezzi sono al chilometro e includono anche bollo, assicurazione e manutenzione del mezzo. L’auto che si può scegliere, per 24 o 36 mesi, è a zero anticipo e si può usare senza limitazioni di zona. L’auto infatti non è condivisa, ma parcheggiata nel proprio garage e si paga solo in base al suo utilizzo. Il conteggio dei km si monitora tramite app, così come le eventuali ricariche.

Per chi può essere adatta?

Pensiamo a chi si litiga l’auto in casa e avrebbe bisogno di una seconda vettura per le emergenze, o ancora a chi vuole regalare una nuova auto al proprio figlio neopatentato ma senza impegnarsi nell’acquisto. Tra i destinatari principali c’è poi sicuramente chi utilizza principalmente altri mezzi per i propri spostamenti quotidiani (scooter o mezzi pubblici) ma vuole comunque avere un’auto a disposizione per le emergenze o magari per fare una gita fuori porta nel weekend.

La “multi-modalità”, ovvero l’utilizzo di diversi mezzi di trasporto a seconda delle esigenze, si sta diffondendo sempre più nel nostro Paese: secondo i dati del sondaggio di Legambiente, un cittadino italiano usa in media circa 3 mezzi a settimana. Insomma, Ricaricar rappresenta una soluzione interessante per esigenze di mobilità sempre più variegate, pensata proprio in un contesto di mobilità in continuo mutamento.